Disagi in Posta

0
375

 

I prelievi dai postamat, dopo i vari furti avvenuti negli ultimi mesi in Puglia, saranno disponibili solo in orario d’ufficio, con disagi non indifferenti dei cittadini pugliesi.

Questo quanto deciso da Poste Italiane che da sabato scorso ha deciso di disattivare completamente le macchine automatiche, a causa del perpetrarsi dei furti, limitando quindi il prelievo di denaro contante agli sportelli nelle provincie pugliesi ed anche quelle in provincia di Matera.

A detta dell’ufficio stampa delle poste, la decisione è stata presa a causa degli ultimi furti avvenuti agli sportelli automatici. La società non ha al momento indicato quando gli sportelli automatici saranno riattivati a pieno regime e torneranno a funzionare giorno e notte. Al momento, per pura precauzione, dopo la chiusura degli uffici postali, i postamat saranno svuotati del contante dal personale dell’ufficio per poi essere riforniti e resi nuovamente disponibili soltanto al successivo turno lavorativo. Sabato scorso, come verificato personalmente da un servizio di striscia la notizia, dopo la chiusura degli uffici postali, ai clienti che hanno tentato di prelevare contante con le loro carte postamat agli sportelli automatici hanno invece del denaro ricevuto questo messaggio su un cartello: “Gentile cliente, per motivi di sicurezza il servizio è attivo durante gli orari di apertura dell’ufficio postale”.

Sicuramente dopo disagi e lamentele, ora la direzione della società Poste italiane, è al lavoro per preparare un nuovo messaggio più completo per motivare la decisione ai clienti ed i motivi dell’interruzione del servizio. Dopo i venti assalti agli uffici postali ed in particolare ai postamat negli ultimi 30 giorni in tutta la regione, la decisione sembra logica in attesa di una soluzione definitiva, magari aumentando la sorveglianza presso gli uffici negli orari di chiusura. Gli ultimi casi criminali sono accaduti venerdì notte a Palo e Toritto, paesi nell’entroterra, in provincia di Bari. Gli assalti degli ultimi giorni, spiegano dagli uffici stampa delle Poste Italiane “oltre a obbligarci a limitare il prelievo agli orari di sportello, hanno provocato ulteriori problemi ai cittadini visto che alcune sedi sono rimaste chiuse per i lavori di ripristino dei muri e riparazione delle macchine Atm danneggiate. Con disagi per molte persone anziane sono state costrette a spostarsi ad altri uffici per ritirare la pensione”.

Ovviamente, continuano da Poste, “Non si tratta soltanto di un disservizio ai soli cittadini, ma anche di una sconfitta dell’azienda e dello Stato Italiano, che dimostrano di non essere in grado di combattere l’illegalità e la delinquenza diffusa nel territorio”, in un corale appello e critica da parte del sindaco e del presidente della provincia.

La gestione dei risparmi e gli investimenti nei prodotti postali, tema già delicato e trattato finemente nella rubrica “investire in Posta” ne fanno le spese, visto che i clienti non vogliono sicuramente rinunciare ad un servizio nei giorni di festa o nelle ore notturne.

Secondo la Cgil e l’associazione Federconsumatori, infatti sembra inaccettabile che anche a fronte di fenomeni criminali come quello degli assalti ai bancomat, che ha raggiunto livelli non più tollerabili, la risposta e la soluzione delle poste sia la chiusura del servizio. Poste Italiane e lo Stato hanno il dovere di garantire la sicurezza ai lavoratori e soprattutto la possibilità ai cittadini tutti, di prelevare denaro nelle ore serali e nei fine settimana per far fronte alle proprie spese in qualsiasi momento.

Da oggi è possibile iniziare a fare trading in borsa in modalità demo gratuita con questa piattaforma leader al mondo e autorizzata in Italia dalla CYSEC

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice
SHARE
Previous articleItalcementi
Next articleLezione 1 – Termini del Forex

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here