Banca Monte Paschi di Siena

0
1301

E’ la banca più antica del mondo ed è italiana. Strutturata all’inizio come un banco di pegni e poi mano mano sviluppatasi nel tempo secondo le piu moderne tecniche di ingegneria finanziaria, l’istituto che sorge a Rocca Salimbeni, nella splendida cornice della città di Siena, ha attraversato i secoli fino a raggiungere la posizione attuale. Anche se al momento non si trova in circostanze semplici da affrontare, il Montepaschi ha sempre avuto un ruolo di primo piano in tutte le vicende bancarie italiane ma anche europee.

Le azioni del Monte dei Paschi riflettono al momento delle grandi turbolenze, non solo data la posizione della banca nel risiko italiano (eventuali proposte di acquisto del flottante possono far aumentare naturalmente il prezzo delle stesse), ma anche dato il controllo indiretto esercitato dal governo tramite quelli che vennero definiti i Tremonti bond.

Per quanto concerne la parte relativa alle quotazioni di Banca Montepaschi, bisogna sottolineare come negli ultimi cinque anni il titolo è stato caratterizzato da una fortissima volatilità, tuttavia tendente al negativo. Infatti, la più antica banca del mondo sta ancora scontando la scellerata gestione di Giuseppe Mussari e dei titoli tossici acquistati durante “l’era dei mutui subprime” e proprio per questo motivo si trova al momento sotto l’occhio vigile della commissione europea che sta procedendo nel tentativo si salvare questo asset italiano.

Per quanto concerne il prezzo del titolo, questo si attesta attorno agli 0,32 euro per ogni singola azione acquistata. Il prezzo è in realtà stabile da circa un anno anche se rappresenta il “punto finale” di una caduta che solo all’inizio del 2016 si è arrestata in quanto il Montepaschi ha iniziato a perdere in Borsa fin dagli inizi del 2011.

Per quanto concerne i dividendi, il Montepaschi di Siena ha naturalmente seguito il cattivo andamento del proprio titolo azionario non pagando alcun dividendo ai propri soci. Naturalmente, questo ha avuto un grande impatto, negativo, sulla compravendita delle azioni nei mercati regolamentati proprio in virtù del fatto che in assenza di dividendi rimane quanto meno azzardato acquistare dei titoli azionari che danno tutta una serie di rischi ma non permettono di ottenere un guadagno, neanche minimo.

Le previsioni per il titolo del Monte dei Paschi di Siena sono quanto meno incerte: secondo gli ultimi report che sono stati pubblicati su riviste e giornali specializzati, l’istituto di Rocca Salimbeni ha un outlook stabile ma tendente al negativo, sulla scorta delle opinions che sono state avanzate da tutti gli organi di controllo, a partire dalla Banca d’Italia fino alla Banca Centrale Europea. Il titolo azionario del Monte dei Paschi, al momento, rappresenta un titolo sicuramente molto difficile, per il quale l’investimento è assolutamente rischioso.

Investire in un titolo emesso dal Monte dei Paschi di Siena è al momento una scelta che si raccomanda solamente a coloro i quali hanno una conoscenza approfondita e professionale del mercato azionario. Infatti, l’investimento diretto in un titolo azionario come quello bancario in generale, e ancora di piu per quanto concerne il titolo in questione, presuppone un periodo superiore ai cinque anni: periodo che l’investitore medio non puo certamente affrontare.

Naturalmente nel mercato esistono diversi ed ulteriori titoli sui quali poter investire il proprio denaro e nel caso in cui si voglia investire proprio sul Monte dei Paschi di Siena, il nostro consiglio è quello di puntare i propri soldi su un titolo derivato che presuppone un taglio minimo di investimento certamente minore rispetto a quello richiesto dalla banca e, inoltre, la possibilità di concordare un investimento di brevissima durata come quello di massimo un anno oppure quello che si colloca tra uno e tre anni.

Per quanto concerne il trading su titoli collegati ai titoli azionari, il nostro consiglio rimane quello di puntare sui titoli CFD. Il titolo CFD è infatti un titolo derivato che segue l’andamento del titolo azionario al quale è collegato, chiamato sottostante: nel momento in cui il sottostante aumenta di valore, il CFD si apprezza, mentre nel momento in cui il sottostante diminuisce, il CFD si deprezza. Ci sono per altro una serie di indubbi vantaggi per tutti coloro che investono in CFD e che non possono essere annoverati tra coloro i quali, invece, investono in azioni emesse direttamente dalla società bersaglio:

In primis, investire il proprio denaro sui CFD consente di avere nella propria disponibilità una piattaforma tecnologia con la quale poter comprare e vendere con una velocità elevata. Infatti, tutti i broker che offrono CFD da comprare e vendere posseggono appunto tale piattaforma come sistema per concludere le transazioni;
In secondo luogo, l’investitore in CFD ha sempre la possibilità di poter contare su un broker professionista a sua disposizione per poter risolvere i propri dubbi, colmare le proprie lacune a livello di conoscenza del mercato e naturalmente chiedere suggerimenti su quale strategia poter adottare per investire in maniera intelligente,
Non possiamo dimenticare, nella lista dei vantaggi che ha investire in titoli CFD, la possibilità di poter contare sulla cosidetta “leva finanziaria” concessa dalle piattaforme autorizzate ad operare in Italia. In sostanza, l’investitore che vuole comprare i CFD e dunque iniziare ad investire in questi titoli derivati può contare su un “aiuto” che viene concesso dai broker internazionali: investendo ad esempio 100 euro come taglio base, è possibile ottenere un ammontare pari a 800 o 900 euro, in base all’offerta che viene proposta appunto dall’operatore scelto.

La piattaforma per investire in CFD proposta da Plus 500 è l’unica piattaforma che permette di ottenere tutti i vantaggi che abbiamo precedentemente elencato e che, per struttura e facilità di utilizzo, si rivolge ad un pubblico alle prime armi che non ha ancora piena ed assoluta dimestichezza con il mercato dei titoli derivati. Per altro, grazie a Plus 500 l’investitore ha la possibilità di investire il proprio denaro non solo su CFD ma anche su tanti altri titoli derivati e, inoltre, anche su materie prime ed altre commodities nel caso in cui abbia maggiore dimistichezza con tale ambito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here