Lezione 11 – Candele Giapponesi

0
178
Candele giapponesi

Nella lezione numero 10 abbiamo accennato per la prima volta alle candele giapponesi. Si tratta di uno strumento che permette di effettuare una panoramica sull’andamento di un determinato mercato, proponendo una visualizzazione composta da colori e lunghezze differenti, associate ai movimenti di rialzo e di ribasso.

Le candele giapponesi sono uno strumento antichissimo: nate in territorio giapponese, esse venivano utilizzate già più di 500 anni fa. Ancora oggi, esse costituiscono la base della maggior parte delle analisi relative ai mercati finanziari.

Vantaggi delle candele giapponesi

La rappresentazione grafica dell’andamento dei mercati attraverso l’utilizzo delle candele giapponesi comporta diversi vantaggi, sia per i principianti sia per gli utenti più esperti.

Le candele giapponesi infatti, permettono di avere una visione d’insieme immediata dell’andamento del mercato: grazie alla rappresentazione grafica si percepisce in modo semplice lo sbilanciamento tra acquisti e vendite, per ogni singola sessione di contrattazioni.

Come si leggono le candlesticks?

Le candele giapponesi (candlesticks) si possono leggere come un vero e proprio riassunto relativo alle fasi di apertura, chiusura, massimo e minimo di un certo titolo durante un determinato periodo di tempo.

Ogni candela si compone di due sezioni:

  • Corpo: inizia dal prezzo di apertura e si conclude al prezzo di chiusura. Può essere di colore verde/bianco per i rialzi e rosso/nero per i ribassi.
  • Coda: mette in relazione il massimo e minimo della seduta con il corpo della candela (vedremo meglio nel paragrafo successivo).

Ecco un esempio di candele giapponesi.

La figura lo dimostra chiaramente: leggere le candele giapponesi è un’operazione estremamente semplice.

Diverso è il caso dell’analisi di questi dati, e dell’interpretazione dettagliata delle variazioni. Il prossimo paragrafo di questa lezione è quindi dedicato ai tipi di candele più comuni, e alle possibili analisi che si possono ottenere grazie ad esse.

Analisi delle candele giapponesi

Le candele giapponesi possono essere rappresentate in modi differenti: si tratta di piccole variazioni che consentono di derivarne specifici tipi di analisi.

Long White Body: è la tipologia di candela che si incontra durante situazioni fortemente rialziste. Incontrare questo tipo di candela vuol dire essere in presenza di un mercato che si muove in una sola direzione: verso l’alto. Esistono casi in cui il rialzo è talmente potente da portare la seduta a chiudersi al suo massimo, senza ombre: in questo caso di parla di marubozu.

Il marubozu è un forte squilibrio a favore degli acquisti: lo scenario che si apre è potenzialmente rialzista anche per la seduta di contrattazioni successiva (il giorno dopo, ad esempio), a meno che non si verifichino fattori capaci di influenzare tale movimento, ad esempio dichiarazioni politiche, avvenimenti importanti, ecc…).

 

Long Black Body: ci troviamo di fronte a questo tipo di candela quando si verificano le condizioni opposte rispetto a quelle descritte in precedenza. La long black body indica uno scenario ribassista e la conseguente probabile continuazione dello stesso trend nelle sedute successive.

 

Spinning Top: incontrare questa tipologia di candele è sintomo di un mercato stabile, un mercato cioè che non presenta particolari indizi che ne rivelino il trend di mercato, o eventuali squilibri tra acquisti e vendite. Per poter effettuare previsioni in relazione a queste candele, è bene sapere che la candela verde/bianca potrebbe portare a rialzi e la candela nera/rossa a ribassi.

 

Candela Long Upper Shadow: le linee d’ombra che compongono questa candela indicano un mercato al ribasso. Vi è però una condizione per cui questa affermazione abbia valore: le ombre devono presentarsi dopo un trend rialzista di dimensioni importanti. Nel caso si verifichi tale condizione, l’ombra indica che, sebbene gli acquirenti abbiano provato ad ottenere ulteriori rialzi, essi hanno dovuto arrendersi al ritorno dei venditori, i quali hanno “respinto” le quotazioni.

Questa lotta crea un’ombra superiore piuttosto pronunciata. L’analisi di questa candela è molto importante poiché vicino ai suoi massimi è possibile individuare un’area di resistenza. Questo vuol dire che durante il percorso di contrattazione, questa rappresenta un segnale di ribasso per la seduta successiva.

Candela Long Lower Shadow: queste candele indicano una situazione diametralmente opposta rispetto a quella paventata dalle Upper Shadow Lines. Questo tipo di linee d’ombra indicano un mercato al rialzo, ma solo nella condizione in cui esse siano situate dopo un trend ribassista sufficientemente forte.

Nel caso ciò si verifichi, l’ombra sta ad indicare che i venditori hanno provato ad ottenere ulteriori ribassi, ma che gli stessi hanno dovuto cedere al ritorno degli acquirenti, i quali hanno respinto le quotazioni.

Questo ha sviluppato l’ombra inferiore pronunciata: vicino ai minimi di questa candela è possibile individuare un’area di supporto. Area che, nel percorso di contrattazione, rappresenta un segnale di rialzo per la seduta successiva.

Doji: questa candela si presenta solo in condizioni di equilibrio perfetto tra acquirenti e venditori. Non fatevi ingannare però: non si tratta di un momento di pace assoluta, ma di una situazione pronta ad esplodere da un momento all’altro. Una situazione di estrema incertezza. Il Doji rappresenta un vero e proprio bivio: si può leggere al rialzo una violazione del massimo, al ribasso una violazione del minimo.

Passa alla lezione successiva – Lezione 12 – Fibonacci nel Trading

Da oggi è possibile iniziare a fare trading sui CFD con soli 100€ di deposito minimo su Plus500 oppure su xTrade entrambe leader del settore e autorizzate in Italia dalla CYSEC

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here