Lezione 1a – Dettagli dei CFD

0
506
Dettagli CFD

Dopo averne dato una prima definizione, è arrivato il momento di mettere i CFD sotto la lente di ingrandimento: andremo ad analizzare tutte le caratteristiche basilari che vanno tenute in considerazione.

Ogni volta in cui avviamo una piattaforma di trading CFD, avremo istantaneo accesso a tutti i dettagli relativi al singolo prodotto. Riferendoci all’esempio mostrato in figura, esamineremo i dettagli del CFD sulle azioni del Banco Popolare.

I Dettagli dei CFD

L’immagine è piuttosto chiara: sono tanti gli elementi di cui è composto un singolo CFD. Alcuni di questi rispondono alla logica di categoria. Cosa significa? Vi sono broker, ad esempio, che applicano una leva finanziaria massima per un determinato prodotto finanziario. In questo caso vedremmo per le azioni una leva di 1:50, mentre per le coppie valutarie una leva di 1:100. E’ solo un esempio per spiegare la differenza tra le diverse categorie.

Andiamo avanti ed occupiamoci di esaminare punto per punto le caratteristiche mostrate nelle figura d’esempio.

Quantità Unitaria

La quantità unitaria delle azioni rappresenta la quantità di base dello strumento finanziario che si può negoziare. In altre parole, la quantità unitaria rappresenta sia la quota minima negoziabile sia la quantità di cui è composta ogni singola unità. Nel caso si decida di investire su Banco Popolare, sarà possibile farlo su 10 azioni, 20 azioni, 30 azioni, e così via, a multipli di 10. Non sarà possibile farlo su 35 azioni, ad esempio, o su 43.

La quantità unitaria viene anche chiamata lotto minimo (inteso come lotto minimo acquistabile). Se una determinata azione costa 10€ e la quantità minima negoziabile è pari a 10 azioni, acquistarla vi costerà 100€. Potrete farlo servendovi della leva finanziaria, che vi permetterà di investire 5€ per un lotto minimo.
Ecco perché il trading di CFD rende possile giocare in Borsa con pochi euro: si usa la leva finanziaria.

Premio sugli Acquisti

Il premio è la percentuale che può essere aggiunta o sottratta al proprio conto nel caso in cui si mantenga la posizione durante la notte. Chiariamo riferendoci al nostro esempio: nel caso di CFD su azioni Banco Popolare, ad esempio, se prima della chiusura del mercato non si chiude la posizione verrà sottratto uno 0,03% per ogni posizione d’acquisto mantenuta aperta durante la notte.

Premio sulle Vendite

Si tratta sempre di una percentuale che può essere sottratta o aggiunta al proprio conto disponibile nel caso in cui si mantenga una posizione aperta durante la notte. In questo caso, considerato i dettagli dei CFD su azioni Banco Popolare, il premio sulle vendite è pari allo 0,01%.

Maturazione del Premio

Si tratta del giorno e dell’ora in cui vengono sbloccati, e quindi resi disponibili, i premi ottenuti sugli acquisti e sulle vendite.

Leva Finanziaria

Abbiamo già parlato della leva come un importante strumento finanziario. Nel nostro caso (CFD su Banco Popolare) la leva è di 1:20 e ci permette di acquistare strumenti del valore complessivo pari a 1000€, spendendo solo 50€. Più alta è la leva, quindi, più le variazioni di guadagno o perdita saranno evidenti, in base ai movimenti di prezzo. Questi saranno consultabili in ogni momento grazie ai grafici in tempo reale ed alla sezione dedicata alle posizioni aperte.

Margine Iniziale

Il margine iniziale rappresenta la quota che si sottrae al proprio saldo al momento dell’apertura di una posizione. Nel caso in cui aprissimo una posizione sulle azioni Banco Popolare pari a 1000€, il margine iniziale sarà del 5%, quindi di 50€. Per 500€ il margine iniziale corrisponderebbe a 25€.

Margine di Mantenimento

Il margine di mantenimento è una quota che serve da garanzia per il broker, sull’apertura della posizione. Il broker ha bisogno di una garanzia in quanto mette a disposizione del trader una leva finanziaria, il che corrisponde ad un vero e proprio rischio.

Scadenza Giornaliera

Le posizioni aperte con i CFD possono scadere con frequenza giornaliera, oppure possono rimanere aperte ad oltranza. Nel caso in cui scadano giornalmente, la differenza tra perdite e profitto verrà sottratto o aggiunta al saldo disponibile. Nel caso delle azioni Banco Popolare, ad esempio, le posizione aperte non hanno una scadenza programmata.

Data di Scadenza

Nel caso in cui questa sia prevista, la scadenza di alcuni CFD può essere fissata per una determinata data. Nel nostro caso, come abbiamo già rilevato, i CFD di Banco Popolare non hanno una data di scadenza.

Ore di Negoziazione

Poiché i mercati non sono sempre aperti, ciascuno strumento finanziario può essere negoziato in orari prestabiliti. Quando si lascia una posizione aperta non è possibile chiuderla fino a quando il mercato non riapre. Nel nostro esempio, i CFD di azioni Banco Popolare permettono di essere negoziati unicamente durante l’orario di apertura di Piazza Affari. Il grafico ci mostra la prima apertura disponibile, ovvero il primo momento in cui sarà possibile negoziare quel CFD: lunedì dalle 9 alle 17:30. E’ da ricordare che il mercato azionario rimane chiuso in tutto il mondo durante il weekend.

Parlando ancora degli orari di negoziazione dei CFD, ecco alcune norme da tenere presenti:

  • I CFD negoziabili comprendono indici e azioni dei mercati di tutto il mondo, per cui è possibile iniziare a negoziare a partire dalla domenica sera, operando sui mercati asiatici
  • Oltre alle azioni è possibile negozione anche le valute. Tra queste, le valute virtuali (Bitcoin e Litecoin) sono sempre negoziabili, senza limiti di orario.
  • L’orario di scadenza giornaliera non risponde sempre alla chiusura del mercato, ma può rispondere ad esempio ad altre logiche: come quelle del Forex, ad esempio, dove alcune valute (tra cui la virtuale Litecoin) scadono all’1:00, ogni giorno.

Concludiamo la nostra lezione dicendo che per negoziare CFD su azioni Banco Popolare, così come per le negoziazioni su altre azioni italiane ed internazionali, è possibile servirsi in modo gratuito della piattaforma Plus500. Questa piattaforma presenta, oltre ai titoli azionari, CFD su Forex, Commodities (materie prime), ETF ed Indici. Si tratta di strumenti perfettamente categorizzati nel display della piattaforma sofware per la negoziazione CFD, scaricabile direttamente dal nostro sito in modo rapido e sicuro.

Per altre informazioni riguardo ai CFD, vi consigliamo di visitare la sezione del nostro sito dedicata al trading CFD: qui noi di startborsa.com abbiamo incluso tutte le principali istruzioni per consentirvi di iniziare a negoziare online con il trading a soldi veri e a soldi virtuali, sfruttando la modalità demo offerta dagli stessi broker. Studiate il nostro materiale, aprite un conto demo ed iniziate a fare pratica già da oggi: guadagnare soldi online grazie al trading in CFD sarà il passo successivo!

Passa alla lezione successiva – Lezione 1b – Quando e Perché Fare Trading CFD

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here