Lezione 15 – Scegliere la scadenza delle opzioni binarie

0
523
scadenza opzioni binarie
scadenza opzioni binarie
Le opzioni binarie e digitali sono vietate in Europa. I contenuti relativi ad opzioni restano in archivio a solo scopo informativo. Se non sei un cliente professionista, ti invitiamo a valutare il Trading Forex, CFD o Criptovalute

Nelle precedenti lezioni abbiamo scoperto che le opzioni binarie hanno una scadenza predeterminata che il trader può scegliere tra quelle disponibili. Questa scadenza può partire da un minimo di 30 secondi e può arrivare fino ad 1 minuto, 2, 3, 5, 10, 15, 30 minuti ecc.

La varietà di scadenze disponibili dipende dal broker con cui si sceglierà di negoziare. In questa lezione ci concentreremo sulle motivazioni che possono spingere il trader a scegliere una scadenza piuttosto un’altra: si tratta di un passaggio molto importante e troppo spesso sottovalutato.

Facciamo un esempio. Provate a rispondere a questa domanda in meno di 5 secondi: se in questo momento vi mettessimo a disposizione 100 euro per effetturare un trade, che scadenza scegliereste di impostare? Probabilmente non sareste molto preoccupati della scelta, poiché i soldi in questo caso li metteremmo noi! Ma sappiamo bene che quando si tratta dei propri soldi, la scelta diventa importante e deve essere particolarmente oculata.
La scelta della scadenza può incidere molto sul successo di un trade.

Il trading di opzioni binarie è molto semplice poiché le operazioni da fare per poter negoziare sono poche e facili da compiere. Ciò che rimane di veramente complesso sono le scelte, ovvero le decisione circa i valori da impostare: tipo di strumento, importo, direzione e, appunto, la scadenza.

Tutti i fattori sopra elencati hanno il loro valore, ma in questa lezione abbiamo deciso di soffermarci sulla scadenza poiché è quella che solitamente viene considerata la meno importante. Il nostro obiettivo è farvi capire che non si tratta affatto di un elemento secondario.

Se il fattore più importante di un trade con opzioni binarie è la direzione (su o giù), il secondo è proprio la scadenza. Chi non è nuovo del trading con opzioni binarie, saprà molto bene quanto può essere frustrante vedere che il titolo su cui si è eseguito il pronostico sta seguendo la direzione indicata, salvo poi cambiare proprio all’ultimo momento.

Pensate quanto sarebbe stato diverso aver negoziato con una differenza impostazione di scadenza (più breve quindi). Lo stesso si potrebbe dire per una scadenza lunga, nel caso opposto.

Elementi da considerare per scegliere la scadenza delle opzioni binarie

Arco Temporale o Time Frame

Il primo passo è capire quali sono gli elementi da considerare quando si sceglie una scadenza. La risposta è semplice: il time frame (arco temporale) è di sicuro l’elemento più importante.

Il time frame si riferisce alla lunghezza del grafico o alla prospettiva di trading. Più lungo è il time frame, più lunga è la scadenza. A noi piace utilizzare tre differenti time frame nelle nostre analisi: grafici settimanali, giornalieri, orari.

Ciascuno di questi time frame presenta i suoi segnali, ognuno dei quali viene influenzato da news ed altri fattori in modo differente. Se ad esempio possono essere necessarie 2-4 barre per ogni segnale al fine di produrre un movimento di mercato, allora avremmo bisogno di una scadenza sufficientemente lunga per il nostro grafico.

Ogni segnale ottenuto dal grafico dei prezzi settimanali necessita di una scadenza fissata ad almeno una settimana, se non addirittura ad un mese. Questo perché per vedere il segnale trasformarsi in un prezzo di mercato effettivo potrebbe volerci una settimana o più.

Se prendiamo in considerazione il grafico dei prezzi giornaliero, la scadenza varia da pochi giorni a una settimana, anche se a volte può capitare di dover aspettare più settimane.

Infine, se prendiamo in considerazione i prezzi orari, la scadenza dovrà essere fissata da un’ora a qualche ora, con limite massimo posto per la fine della giornata.In conclusione, più ampio sarà il time frame, più ampia dovrà essere la scadenza.

Fattori di analisi tecnica e fondamentale

Sono molti i fattori, riguardanti l’analisi tecnica, che possono influire notevolmente sulla scelta della scadenza delle opzioni binarie. Tra questi non possiamo non citare i livelli di supporto e resistenza, le convergenze/divergenze (per la parte di analisi tecnica), e le news (per la parte di analisi fondamentale).

I livelli di supporto e resistenza sono una tecnica provata per la ricerca delle aree dove il mercato può fermarsi temporaneamente o permanentemente, oppure invertirsi. Le conseguenze, nel caso un asset venga negoziato molto vicino alla linea di supporto o di resistenza, possono essere notevoli.

Se ad esempio un asset sta avendo un rialzo sul grafico giornaliero e si riceve un forte segnale stocastico, questo può significare l’arrivo di qualche problema. Solitamente una scadenza ad una settimana potrebbe bastare per questo trade, ma nel caso in cui il suo prezzo sia meno dell’1% sotto la resistenza a lungo termine, le cose cambiano. Questo perché l’asset si muove ma si ferma al livello di resistenza per oltre una settimana, mentre il mercato si muove e si consolida: di conseguenza questo continuerà a salire.

Quando si incontrano linee di supporto o resistenza è quindi possibile incorrere in rallentamenti o, nel peggiore dei casi, inversioni che potrebbero colpirci in maniera tale da farci perdere il pronostico.

In generale, possiamo affermare con certezza che i grafici giornalieri e settimanali hanno molto più senso e funzionano molto di più rispetto a quelli orari.

Convergenze e Divergenze

Le convergenze e le divergenze possono capitare in un qualunque arco temporale e anche su più archi temporali.

Si parla di convergenza quando una price action, due o più indicatori, oppure due archi temporali sono in accordo e producono lo stesso segnale nello stesso momento. Si tratta di un segnale molto forte, ben superiore a quello fornito da un solo indicatore o arco temporale.

Una divergenza invece si ha quando una price action e gli indicatori non si muovono in accordo. Le divergenze sono spesso usate dai trader di controtendenza come segnale di trade opposto al trend sottostante.

Quando si incontra una convergenza, è possibile scegliere di usare una scadenza più breve: questo perché il segnale è molto forte e la probabilità che abbia efficacia in tempi rapidi è alta.
Quando si incontra una divergenza, invece, è meglio essere cauti: i meno esperti farebbero bene a non negoziare.

Notizie Finanziarie e Generali

Abbiamo già visto come le news finanziarie possano avere una notevole influenza sul mercato, soprattutto nei casi di pubblicazioni di dati macroeconomici o eventi di vario genere.

Nonostante questo sono molti i trader che consigliano di non prestare alcuna attenzione alle news: il motivo alla base di questo ragionamento è che a volte il mercato si comporta nel senso opposto a come dovrebbe fare dopo una determinata news.

Non abbiamo una risposta: questa scelta dipenderà esclusivamente da voi. Potrete basarvi anceh su una certa tipologia di news e sul tipo di impatto che essa può avere su un determinato mercato. Ad ogni modo tenete presente che si può assistere a movimenti speculativi di vendita creati per ridurre un prezzo di un asset, per poi aspettare che risalga. Il nostro consiglio: tenete sotto controllo le news che possono effettivamente influire sul vostro trade.

Misurare i grafici

Concludiamo questa lezione con un ultimo grande consiglio, ovvero quello di imparare a misurare nei grafici i rally, i pullback e le correzioni, oppure i rialzi.

Potete farlo utilizzando utili strumenti come ad esempio le medie. L’importante è prendere confidenza con i grafici, perché è un po’ come prendere le misure della propria macchina prima di poter pensare di eseguire dei parcheggi perfetti, precisi al millimetro.

Facciamo un esempio: se un segnale ha come media di verifica sul prezzo 10,6 giorni per un determinato titolo e per un eventuale mercato, utilizzeremo questa media per fare una previsione circa quanti giorni dovremo aspettare prima di aprire una posizione.

Un altro consiglio è quello di concentrarvi su 2 o massimo 3 asset alla volta e studiarli alla perfezione, tenendo sempre in considerazione tutto ciò di cui abbiamo parlato in questa importante lezione.

Passa alla lezione successiva – Lezione 16 – Strategia di Rottura Opzioni Binarie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here