Come usare l'indicatore MACD?

Simo Ilmari Dodero
October 3rd, 2023

L’indicatore MACD (Moving Average Convergence/Divergence) è un indicatore tecnico usato negli studi di analisi tecnico principalmente per incontrare divergenze o convergenze tra il prezzo e l’indicatore. Le divergenze, nella maggior parte dei casi, anticipano eventuali cambi di tendenza o inizio ritracciamento, correzione del prezzo.

Tutte le seguenti piattaforme per fare trading consentono di usare l'indicatore MACD e puoi provarle gratuitamente in versione demo:

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 292/16

    Formazione Gratuita

    Deposito Minimo Basso

    58.88% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 169/12

    1500 Strumenti disponibili

    Premio Wealth & Finance 2018

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

Cos'è il MACD?

Il MACD, nei suoi valori di default,è dato dalla differenza tra la media mobile esponenziale a 12 periodi e quella a 26 periodi. Potremmo scrivere la formula in questa maniera MACD = EMA(12) - EMA(26). Il Signal invece è dato dalla media mobile esponenziale a 9 periodi calcolata sul MACD, quindi Signal = EMA(9,MACD).

L’istogramma è dato dalla differenza tra il MACD ed il Signal (MACD - Signal). 

Quindi l’indicatore MACD ci offre 3 dati, la linea MACD, la linea Signal e l’istogramma. Vedi in questo video cos'è il MACD e come usarlo bene:

Come si usa il MACD?

Vediamo ora le varie possibilità sull’uso del MACD:

  • Divergenza tra il prezzo dell’attivo ed il MACD, vedremo più avanti degli esempi di divergenza positiva (rialzista) (o convergenza visto che le linee immaginarie usate convergono, in generale viene usato il termine divergenza) e divergenza negativa (ribassista).

  • Incrocio tra MACD e Signal, per esempio quando il MACD (linea azzurra) incrocia dal basso verso l’alto la linea del Signal (linea arancione) ci si aspetta uno swing rialzista. Quando il MACD incrocia dall’alto verso il basso la linea Signal ci si aspetta uno swing ribassista. Una maggiore conferma verrà data se il MACD attraversa il livello 0. Questo è utile per capire la tendenza dell’attivo, se inizia una correzione o un cambio di tendenza. Unito ad altri indicatori, pattern del prezzo, patroni armonici o candele giapponesi si possono avere dei segnali più chiari di eventuale acquisto o vendita.

  • L’incrocio della linea del MACD sul livello 0 dal basso verso l’alto indica  una tendenza rialzista e viceversa se dall’alto incrocia verso il basso la linea zero si approssima una tendenza ribassista, il più delle volte avviene con un certo ritardo rispetto il prezzo. Quando la media mobile esponenziale veloce si trova sopra quella più lenta la differenza è positiva, maggiore di zero, quando la media mobile esponenziale veloce si trova al di sotto di quella lenta la differenza è negativa quindi minore di zero. Il MACD sopra il livello zero rafforza gli incroci rialzisti tra MACD e Signal, allo stesso modo il MACD sotto il livello zero rafforza i segnali ribassisti degli incroci tra MACD e Signal.

  •  L’istogramma essendo la differenza tra MACD e Signal può essere utilizzato per anticipare i segnali prodotti dal MACD, preparandosi ad eventuali cambiamenti nel movimento del prezzo, l’istogramma risulta essere valido su tutti i time frame, dai minuti, ore, giorni e settimane. Applicato su temporalità settimanale risulta essere piuttosto corretto nello stabilire la tendenza del mercato così si può scendere di time frame, per esempio giornaliero, per migliorare il momento più opportuno per entrare ed uscire dal mercato a favore della tendenza principale migliorando le strategie di entrata ed uscita. Se su una tendenza rialzista di lungo-medio periodo si ha un incrocio a ribasso tra MACD e Signal e la differenza tra MACD ed istogramma è negativa, questo può indicare un buon momento per chiudere eventuali operazioni Long, come un possibile cambio di tendenza. Se invece siamo su una tendenza ribassista di medio-lungo periodo ed abbiamo un incrocio a rialzo tra MACD e Signal e la differenza tra MACD ed istogramma è positiva ci possiamo aspettare un cambio di tendenza a rialzo.

Essendo i valori, i periodi 26, 12 e 9 personalizzabili su quasi tutte le piattaforme di trading online è possibile trovare valori che si adattano meglio al grafico dell’attivo, per esempio su temporalità come la settimanale potrebbe venire comodo usare medie mobili esponenziali più veloci, mentre che su mercati più volatili dove il prezzo cambia più repentinamente senza però dover necessariamente cambiare tendenza potrebbe venire utile utilizzare medie mobili più lente.

Divergenza tra MACD e Prezzo

Abbiamo visto che l’indicatore MACD è utile ed utilizzato per entrare nel mercato quando si hanno delle divergenze tra MACD e prezzo, abbiamo visto che ci sono divergenze positive e negative, ma cosa sono esattamente? 

La divergenza negativa o ribassista avviene quando il prezzo crea due massimi relativi ma il MACD invece di risalire col prezzo scende, diverge. Si può tracciare una linea tra i due massimi del prezzo ed una linea sui massimi decrescenti del MACD e si capisce il concetto di divergenza. Non è detto che il prezzo dell’attivo debba cambiare la tendenza principale, si che molto probabilmente si crei una correzione. A volte è possibile assistere ad una divergenza formata da 3 massimi relativi del prezzo crescenti (in caso di trend rialzista) ed il MACD.

Come si può dedurre la divergenza positiva avviene quando il prezzo crea minimi relativi decrescenti ma il MACD invece di scendere e seguire il prezzo crea minimi crescenti.

Esempio di divergenza negativa

indicatore MACD divergenza negativa.

Vediamo un altro esempio di divergenza negativa:

esempio divergenza esagerata indicatore MACD.

Come possiamo osservare da questa cattura schermo, abbiamo un prima divergenza negativa quando il prezzo ha creato due massimi relativi crescenti, segnati con il segmento arancione ed il MACD ha creato due massimi decrescenti, avendo a favore l’incrocio tra MACD e Signal, l’istogramma subito in negativo ed una “Shooting star”, pattern di candele giapponesi, che si anticipava all’incrocio MACD-Signal, il prezzo è retroceduto ma non ha cambiato tendenza. 

Dopo poco meno di 20 sessioni, il prezzo ha creato un “doppio massimo”, segnato con il segmento in rosso, ed il MACD nel frattempo divergeva con due massimi decrescenti, sempre segnati col segmento rosso. Questo tipo di divergenza, in Inglese “Exaggerated divergence” o “divergenza esagerata” in Italiano, avviene in caso di tendenza rialzista quando il prezzo crea un doppio massimo ed il MACD crea due massimi decrescenti oppure il prezzo crea due massimi relativi crescenti ma il MACD crea due massimi uguali, quindi potremmo dire un “doppio massimo” nel MACD. Questo tipo di divergenza è meno affidabile rispetto alla divergenza regolare. Come potrete immaginare lo stesso potrebbe avvenire in una tendenza ribassista, quindi un doppio minimo del prezzo ed il MACD che crea due minimi crescenti oppure il prezzo che crea minimi relativi decrescenti ma il MACD crea un “doppio minimo”. In questo caso abbiamo avuto la meglio ed il prezzo non ha solo cambiato momentaneamente direzione ma ha continuato a scendere per molte altre sessioni. 

Esempio di divergenza positiva

esempio divergenza positiva indicatore MACD.

In questa cattura schermo poco dopo la possibilità di osservare la divergenza positiva (nonché una convergenza delle linee immaginarie come commentato all’inizio dell’articolo), abbiamo l’incrocio rialzista del MACD sul Signal ed istogramma positivo. Occasioni per entrare a mercato con candele giapponesi, pattern grafici del prezzo,  S/R etc...  Comunque quando ci si accorge di una divergenza si può scendere di time frame per cercare occasioni per aprire o chiudere posizioni.

Vediamo un altro esempio pratico di divergenza positiva:

esempio divergenza positiva rialzista indicatore MACD.

Concludendo con le divergenze accenniamo che si possono avere divergenze anche tra prezzo e l'istogramma del MACD, se il prezzo sale e l’istogramma  scende si avrà una divergenza negativa ed il prezzo inizierà a scendere, allo stesso modo se il prezzo scende e l’istogramma cresce avremo un divergenza positiva ed il prezzo tenderà a risalire.

Ipercomprato ed ipervenduto nel MACD

Un altro possibile uso del MACD è l’individuazione di aree di ipercomprato ed ipervenduto, ovviamente il MACD è un indicatore oscillatore e non oscilla tra due livelli predefiniti come altri indicatori oscillatori, per esempio l’RSI o lo Stocastico, ma osservando il prezzo e l’indicatore nel passato sì è possibile individuare possibili aree di ipercomprato/ipervenduto ma è da tenere presente che si potrebbero generare nuovi livelli massimi quindi anche false aree di ipercomprato o ipervenduto, in poche parole non è l’indicatore più adatto per l’individuazione di queste aree ma non è nemmeno da sottovalutare. A voi la possibilità di fare un pò di backtesting visuale sui grafici col MACD.

È anche possibile in certi casi tracciare delle linee di tendenza sul MACD e quando questo torna a superare la linea tracciata il più delle volte il prezzo e l’indicatore si comporteranno come previsto. Si possono anche individuare dei “doppi massimi” o dei “doppi minimi” formati dal MACD come se del prezzo si trattasse.

Può essere un buon metodo usare nel i supporti e resistenze nel trading a sostegno delle indicazioni date dal MACD.

Conclusioni

L’indicatore tecnico MACD è molto utile per individuare le divergenze tra prezzo ed indicatore ed il più delle volte soddisfa le aspettative. È pratico per l’individuazione della tendenza soprattutto su time frame superiori ed un buon alleato con altri indicatori per la creazione di trading systems.

Bene ora a voi mettere in pratica quanto letto con un conto Demo, visualizzare grafici “passati” per poi passare in modalità “real time” ed iniziare ad operare nei mercati.

Un saluto e buon trading!

FAQ

Come usare l'indicatore MACD nel trading?

L'indicatore MACD (Moving Avergae Convergence Divergence) è principalmente usato, tal come dice il suo nome, per incontrare divergenze o convergenze tra il prezzo di un attivo e l'indicatore.

Come funziona l'indicatore MACD?

L’indicatore MACD (Moving Average Convergence/Divergence) è un indicatore tecnico usato negli studi di analisi tecnico principalmente per incontrare divergenze o convergenze tra il prezzo e l’indicatore. Le divergenze, nella maggior parte dei casi, anticipano eventuali cambi di tendenza o inizio ritracciamento, correzione del prezzo.

Posso usare l'indicatore MACD nello studio delle criptovalute?

Certo. L'indicatore MACD è un indicatore oscillatore utilizzato nello studio di moltissimi strumenti finanziari.

Simo Ilmari Dodero Trader e Analista dei Mercati

LinkedIn

Esperto di analisi tecnica, price action e algoritmi quantitativi applicati al trading online sui mercati finanziari. Si è sempre interessato alla finanza, dedicando gli studi all'analisi grafica e anche all'analisi fondamentale dei mercati finanziari. Esperto nell'utilizzo di Metatrader 4 su cui ha tenuto webinar e corsi per trader principianti e intermedi.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro