La Guida Definitiva

Come investire nel Forex in modo semplice

Come investire nel forex se si è principianti?

Per iniziare ad investire nel forex è importante prima capire:

  • - cosa è esattamente questo mercato

  • - le componenti che lo identificano

  • - i concetti basilari come i pips, la leva, il margine

  • - e poi scegliere un buon broker forex.

Vediamolo insieme nella nostra guida sul forex trading.

Capitolo 1

Cos'è il forex trading?

Il trading sul Forex è il processo di speculazione sui prezzi delle valute per ottenere potenzialmente un profitto. 

Le valute sono scambiate a coppie, quindi scambiando una valuta con un'altra, il trader specula sull'aumento o la diminuzione del valore di una valuta rispetto all'altra.

Ci sarà quindi una valuta primaria (ad esempio EUR) ed una secondaria (ad esempio USD) che comporranno la coppia valutaria (EURUSD).

Il cambio di valuta estera è il processo di conversione di una valuta in un'altra per una serie di motivi, solitamente per il commercio, la compravendita o il turismo. Quando un individuo o un'azienda si reca in un paese diverso dal proprio e ha bisogno di cambiare la propria valuta con quella del paese che sta visitando, si parla di cambio di valuta estera.

Il cambio di valuta estera viene utilizzato anche per gli scambi commerciali tra paesi da parte di aziende che importano ed esportano prodotti oltre confine. In questo caso, l'azienda deve cambiare la valuta del paese in cui importa i prodotti con quella del paese da cui li esporta.

La conversione delle valute è un processo quotidiano che avviene a livello globale a un ritmo incredibilmente rapido. Il tasso di cambio tra due valute fluttua nel corso della giornata, mentre le valute vengono acquistate e vendute sui mercati.

Di solito le valute si rafforzano o si indeboliscono rispetto al dollaro in relazione alla sua forza economica, o rispetto a un'altra valuta in relazione alla sua stabilità politica. I tassi di cambio sono determinati dalla domanda e dall'offerta di valute e possono cambiare significativamente in un breve periodo di tempo.

Quali sono gli orari di operatività del Forex? Il mercato Forex è aperto 24 ore al giorno, cinque giorni e mezzo alla settimana, e le valute vengono scambiate nei principali centri finanziari del mondo: New York, Tokyo, Londra, Hong Kong, Francoforte, Singapore Sydney Ogni fuso orario viene attraversato, mentre la giornata di contrattazione statunitense termina, i mercati Forex riprendono a Tokyo e Hong Kong.

Cosa serve per fare trading sul Forex?

Per iniziare a fare trading sul mercato forex basta davvero poco denaro. Alcuni broker CFD (come ad esempio questo) permettono di aprire un conto con soli 20 euro ed operare anche investendo cifre inferiori. Questo è possibile anche grazie chiaramente ai concetti espressi in merito all’uso della leva finanziaria per amplificare il proprio potere d’acquisto.

regole per il trading forex
📚 1. Conoscere il mercato valutario Mantenersi aggiornati
💰 2. Scegliere i migliori Broker Regolamentati e con licenza
🎯 3. Definire una strategia Bastano €100 per iniziare
💸 4. Scegliere lo strumento finanziario Operando con i CFD
⌚ 5. Evitare le commissioni Operando su piattaforme competitive
⭕ 6. Comprendere cosa muove il mercato Analisi e Indicatori economici
✅ 7. Valutare Pro e Contro dell’investimento Valutando le giuste coppie di valute

Una volta scelto il broker, è necessario aprire un conto, scegliere il tipo di conto (retail o corporate), compilare i dettagli ed effettuare il primo deposito. È inoltre importante avere in mente un obiettivo finanziario prima di investire in questo mercato. Esistono diversi tipi di trading sul forex, a seconda del livello di rischio che comportano. Nel mercato del forex è possibile acquistare e vendere diverse valute, asset o indici per generare profitti.

Si consiglia di iniziare con un piccolo capitale e di continuare a imparare man mano che si procede. Come iniziare a fare Forex Trading? Ecco quali sono le 7 regole d’oro da seguire per iniziare a farlo senza errori:

Qui puoi vedere la nostra categoria dedicata al forex dove trovare ad esempio:

Ora vediamo insieme alcune delle più interessanti strategie per il trading forex.

Capitolo 3

Dove investire nel forex

Per poter operare nel forex è necessario avere un conto che dia l'accesso a questo mercato.

Nel contempo è anche indispensabile avere una piattaforma di trading che permetta di seguire con attenzione l'andamento dei prezzi delle valute mondiali.

I broker forex forniscono questi software attraverso i quali i trader o gli investitori possono investire sulle valute mondiali.

Ci sono diverse piattaforme per il trading forex, la maggior parte offerte da broker che permettono di comprare e vendere coppie di valute attraverso i CFD. Inoltre ci sono anche piattaforme indipendenti, ovvero software di trading di società informatiche, che possono essere collegati con i conti di diversi broker. Tra queste ultime troviamo Metatrader 4 e 5, ProRealTime, cTrader, Tradingview ed altre.

Di seguito un elenco con alcuni tra i migliori broker che consentono di investire in forex.

Piattaforme per investire nel forex

Le piattaforme che andremo ad approfondire sono tutti broker che offrono l'investimento in CFD, Contratti per differenza. Sono strumenti complessi che replicano l'andamento dell'asset sottostante (azione, indice, materie prime, etc). Aprendo una posizione quindi non si viene in possesso dell'asset ma si negozia sulla differenza di prezzo intervenuta in un certo periodo tempo. Otterrò profitti se la mia previsione sarà in linea con il trend effettivo, altrimenti subirò delle perdite.

eToro

eToro è una piattaforma sul web dal 2007, diventata famosa per il suo Copy Trading, cioè la possibilità di replicare la strategia posta in essere dai trader più esperti. La piattaforma di eToro è semplice, intuitiva e presenta ed il deposito minimo è di 50 euro.

Prova a registrarti gratis da qui.

Capital.com

Anche con Capital.com è possibile negoziare in CFD. Il ventaglio di assets su cui investire è molto ampio. Alcuni sono disponibili solo nella versione con il conto Live o reale. Per negoziare, dovrete decidere l'importo (non ci sono importi minimi), stop loss e take profit. La piattaforma di Capital.com è completa, veloce e presenta ed il deposito minimo è di 20 euro.

Prova a registrarti gratis da qui.

Plus500

Plus500 è leader nella fornitura di CFD. Ha forse il ventaglio più ampio di assets su cui si può negoziare tra le tre piattaforme che stiamo prendendo in esame. La piattaforma di Plus500 è tra le più diffuse ed il deposito minimo è di 100 euro.

Prova a registrarti gratis da qui.

Se volete investire nel forex, ci sono molti modi diversi per farlo. Potete aprire un conto online con un broker e fare trading da soli o attraverso un software automatico. Oppure potete lavorare con un consulente che vi aiuterà a creare una strategia coerente con i vostri obiettivi e la vostra tolleranza al rischio.

I metodi utilizzati per investire nel Forex sono tre:

  1. Spot: Gli scambi di valuta sul mercato spot avvengono al momento dell'operazione. Il prezzo spot, che è determinato dalla domanda e dall'offerta, cambia per una serie di motivi, tra cui i tassi di interesse correnti, l'andamento dell'economia globale e locale, le situazioni politiche attuali e l'opinione dell'investitore sulla performance futura di una valuta rispetto a un'altra.

  2. Futures: I contratti Forex con consegna futura sono venduti e acquistati al Chicago Mercantile Exchange.

  3. Contratti CFD: I contratti per differenza replicano la performance di un'attività. Sono regolamentati a livello di Unione Europea e non implicano commissioni a fronte del pagamento al broker di uno spread. Possono essere utilizzati anche per aprire una posizione ribassista.

Capitolo 4

Come investire nel Forex

Per investire nel forex si può decidere di operare tramite:

  • - i CFD

  • - direttamente con i futures delle valute

  • - investendo in ETF composti da liquidità in determinate valute, cosiddetti ETF valutari.

Un esempio di ETF valutario è il CurrencyShares Euro Trust (FXE).

Come si fa trading sul Forex?

Cinque passi per fare la vostra prima operazione nel forex.

  1. Aprire un conto con un broker (potete farlo da qui)

  2. Selezionare una coppia di valute. Quando si fa trading sul forex si scambia il valore di una valuta con quello di un'altra.

  3. Analizzare il mercato e la quotazione

  4. Scegliete la vostra posizione

  5. Entrare in una posizione di acquisto o di vendita

Scopri anche il nostro corso forex gratuito.

Per poter operare con cognizione di causa è anche importante comprendere le correlazioni tra valute. La correlazione tra valute, o piuttosto tra coppie di valute, implica che le due coppie si comportino in modo simile o opposto. Cioè, quando uno è in una tendenza al rialzo, per esempio, anche l'altro è in una tendenza al rialzo.

La correlazione tra due coppie di valute è sempre compresa tra -1 e +1. Più la correlazione si avvicina a +1, più le due valute si comportano in modo simile. Quando la correlazione è -1, le due valute si comportano in direzioni opposte. Tuttavia, è importante notare che la correlazione non implica la causalità. In altre parole, il fatto che due coppie di valute presentino una correlazione positiva non significa che una sia la causa dell'altra. La correlazione è meglio considerata come una misura della probabilità che una coppia di valute si comporti come un'altra in un determinato momento.

Osserva questo video dove trader professionisti spiegano come fare trading sul forex:

Gli ETF valutari

Gli ETF valutari investono in fondi negoziati in borsa (ETF) che seguono determinate valute. I principali vantaggi dell'utilizzo degli ETF valutari sono l'esposizione a un'ampia gamma di valute e la facilità di acquisto e vendita. Tuttavia, vi sono anche alcuni aspetti negativi infatti l'utilizzo degli ETF valutari comporta alcuni rischi. Innanzitutto, le fluttuazioni valutarie possono essere imprevedibili. In secondo luogo, gli ETF valutari tendono a seguire la performance complessiva del mercato dell'attività sottostante piuttosto che la performance delle singole valute. Infine, non sono ideali per gli investitori che hanno bisogno di spostare rapidamente le proprie attività da un conto all'altro.

Gli ETF sulle valute non sono liquidi, quindi a volte possono essere difficili da negoziare. Inoltre, tendono a essere molto volatili e possono essere più sensibili alle variazioni dei tassi di interesse rispetto ad altri tipi di ETF. Gli ETF sulle valute possono essere uno strumento utile per chi desidera ampliare i propri orizzonti di investimento e diversificare il proprio portafoglio.

Capitolo 2

Strategie Forex

Ci sono diverse strategie che si possono attuare per poter operare nel mercato Forex e queste dipendono:

  • - dal tempo che abbiamo a disposizione

  • - dalla nostra emotività

  • - dagli obiettivi che abbiamo.

Una volta identificati questi aspetti potremo decidere come operare sul mercato valutario per ottenere dei benefici finanziari.

Trattandosi di valute, il movimento dipende dai fattori di analisi fondamentale rappresentati dai Market Movers. Ogni Paese dovrà affrontare il rilascio di dati macroeconomici (visibili sul calendario economico) che influenzeranno il mercato Forex. Ogni volta che è previsto l'annuncio di uno di questi dati, è necessario prestare molta attenzione prima di investire.

Scalping

Lo scalping sul Forex è una strategia di trading molto diffusa che si concentra sui piccoli movimenti di mercato. Questa strategia prevede l'apertura di un gran numero di operazioni nel tentativo di ottenere piccoli profitti per ciascuna di esse. 

Di conseguenza, gli scalper lavorano per generare profitti maggiori generando un gran numero di guadagni minori. Questo approccio è completamente opposto al mantenimento di una posizione per ore, giorni o addirittura settimane. Lo scalping è molto popolare nel Forex a causa della sua liquidità e volatilità. Gli investitori cercano mercati in cui l'azione dei prezzi si muove costantemente per capitalizzare le fluttuazioni in piccoli incrementi.

Questo tipo di trader tende a concentrarsi su profitti che si aggirano intorno ai 5 pip per operazione sperando che un gran numero di operazioni abbia successo, per generare profitti costanti. Un chiaro aspetto negativo dello scalping è che non ci si può permettere di rimanere nel trade troppo a lungo. Inoltre, lo scalping richiede molto tempo e attenzione, poiché è necessario analizzare costantemente i grafici per trovare nuove opportunità di trading. 

Day trading

Il day trading si riferisce al processo di negoziazione delle valute in un giorno di trading. Sebbene sia applicabile a tutti i mercati, la strategia del day trading è utilizzata soprattutto nel Forex. Questo approccio di trading consiglia di aprire e chiudere tutte le operazioni nell'arco di una sola giornata. 

Nessuna posizione dovrebbe rimanere aperta durante la notte per ridurre al minimo il rischio. A differenza degli scalper, che cercano di rimanere sui mercati per pochi minuti, i day trader di solito rimangono attivi per tutto il giorno monitorando e gestendo le operazioni aperte. I day trader utilizzano soprattutto time frame a 30 minuti e a 1 ora per generare idee di trading. 

Molti day trader tendono a basare le loro strategie di trading sulle notizie. Gli eventi programmati, come:

  • le statistiche economiche

  • i tassi di interesse

  • il PIL

  • le elezioni, ecc.

tendono ad avere un forte impatto sul mercato. Oltre al limite fissato per ogni posizione, i day trader tendono a fissare un limite di rischio giornaliero. Una decisione comune tra i trader è quella di fissare un limite di rischio giornaliero del 3%. In questo modo si proteggono il conto e il capitale.

Trading di posizione

Il position trading è una strategia a lungo termine. A differenza dello scalping e del day trading, questa strategia di trading si concentra principalmente sui fattori fondamentali. Le fluttuazioni minori del mercato non vengono prese in considerazione in questa strategia, poiché non influiscono sul quadro generale del mercato.

I trader di posizione probabilmente monitorano le politiche monetarie delle banche centrali, gli sviluppi politici e altri fattori fondamentali per identificare le tendenze cicliche. I position trader di successo possono anche aprire solo poche operazioni nell'arco dell'anno. Tuttavia, gli obiettivi di profitto in queste operazioni sono probabilmente di almeno un paio di centinaia di pip per ogni operazione.

Questa strategia di trading è riservata ai trader più pazienti, poiché la loro posizione può richiedere settimane, mesi o addirittura anni per essere realizzata.

Capitolo 5

Investimenti nel forex

È importante iniziare a fare investimenti forex senza rischi inutili e sempre all’interno di una piattaforma regolamentata.

Per farlo è doveroso identificare con attenzione il proprio profilo di rischio ed il software per il trading con cui si opera.

Gli investimenti nel forex sono un buon metodo per diversificare il proprio portafoglio, esponendosi ovviamente però al rischio relativo al cambio.

Fare trading con un software non adatto a voi può portare a perdere più denaro del previsto e, nel peggiore dei casi, a perdere l'intero investimento. L'individuazione del software e del profilo di rischio giusti dipende da diversi fattori, come il vostro livello di esperienza, il vostro stile di trading, le vostre attività e i vostri obiettivi. La varietà di offerte presenti sul mercato può rendere difficile la scelta, ma ci sono alcune cose da tenere a mente. Innanzitutto, è necessario assicurarsi che il software abbia una licenza rilasciata da un ente normativo affidabile. 

In secondo luogo, dovete stabilire se il software è adatto al vostro stile di trading. Esistono diversi stili, come il day trading, il position trading e il social trading. In terzo luogo, dovete assicurarvi che il software abbia una solida reputazione. La reputazione può essere determinata esaminando le recensioni e chiedendo agli amici che hanno utilizzato il software.

Un consiglio importante per i principianti è quello di evitare di investire tutto il denaro in una volta sola. È meglio iniziare con piccole somme e aumentare l'investimento nel tempo, man mano che si acquisisce esperienza e cresce la fiducia.

Quanto investire in forex

È possibile iniziare a fare day trading sul forex anche con soli 100 euro (o meno), ma tale importo limiterà i vostri rendimenti. In genere si raccomanda di non utilizzare più dell'1% del proprio conto per un'operazione di forex.

Il trading sui mercati forex richiede molta abilità, pazienza e la capacità di imparare rapidamente dai propri errori. E sì, anche i trader professionisti commettono errori di tanto in tanto. Il fascino del trading sul forex, grazie alla leva finanziaria a cui si ha accesso, è che non è necessario un grande capitale per iniziare.

Capitolo 6

Significato di Forex

Il mercato dei cambi (Forex, FX o mercato valutario) è un mercato globale decentralizzato o over-the-counter (OTC) per la negoziazione di valute.

Questo mercato determina i tassi di cambio per ogni valuta.

Il trading sul forex comprende tutti gli aspetti dell'acquisto, della vendita e dello scambio di valute a prezzi correnti o determinati.

Cos’è il Forex

Il mercato Forex funge da ponte finanziario tra i Paesi, consentendo alle persone di scambiare beni e servizi nelle rispettive valute. Il mercato forex è il più grande mercato finanziario del mondo, con una media di scambi di 6.000 miliardi di dollari al giorno. Queste attività sono solitamente regolamentate dal governo di ciascun paese.

Grazie ai progressi tecnologici, le persone possono scambiare valute da qualsiasi parte del mondo tramite un computer o un dispositivo mobile. Poiché le valute fluttuano, il mercato forex offre un potenziale di profitto ma anche il rischio di perdere una grande quantità di capitale è elevato. Il mercato forex è aperto 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana. Opera secondo un modello decentralizzato, quindi non esiste una borsa centrale. Al contrario, è costituito da broker e società di trading che offrono coppie di valute. Qui viene spiegato benissimo nel seguente video:

In sostanza, il mercato forex è un grande mercato in cui tutte le valute vengono scambiate l'una contro l'altra. Le valute vengono scambiate in base a un tasso di cambio standard accettato. In questo modo, un aumento o una diminuzione della domanda di una valuta causerà una variazione del suo tasso di cambio rispetto alle altre valute. Il tasso di cambio dipende da fattori di mercato, come i tassi di interesse, i controlli sui cambi e la crescita economica.

Pips Forex: Cosa sono?

"Pip" è l'acronimo di percentage in point o price interest point. Un pip è il più piccolo movimento di prezzo unitario che un tasso di cambio può fare, in base alle convenzioni del mercato forex. Supponiamo, per ipotesi, di aver acquistato una coppia di valute a 1,1356 e di averla venduta a 1,1360.

L'operazione ha fruttato 4 pip. Dovrete quindi calcolare il valore di un singolo pip e moltiplicarlo per la dimensione del lotto per ottenere il valore in dollari del vostro profitto.

Il valore monetario di ogni pip dipende da tre fattori:

  1. la coppia di valute oggetto di trading

  2. l'entità dell'operazione

  3. il tasso di cambio.

In base a questi fattori, la fluttuazione anche di un solo pip può avere un impatto significativo sul valore della posizione aperta.

Principali coppie valutarie

Le principali coppie valutarie nel forex sono le seguenti:

  • EURUSD

  • GBPUSD

  • USDJPY

  • USDCAD

La coppia USDCAD ha una correlazione inversa con il prezzo del petrolio.

Vedi il prezzo in tempo reale del EURUSD:

La leva nel Forex

La definizione da manuale di "leva finanziaria" è quella di avere la capacità di controllare una grande quantità di denaro utilizzando poco del proprio denaro e prendendo in prestito il resto.

Cos'è il Margine Forex?

Il margine è la somma di denaro necessaria come "deposito in buona fede" per aprire una posizione con il vostro broker.

Capitolo 7

Forex trading: Recensioni

Le recensioni sul trading forex dipendono in gran parte da come sono andate le operazioni sui mercati da parte dei recensori, per così dire. 

Per questo bisogna essere in grado di filtrare recensioni ed opinioni sul forex che siano realmente utili ed obiettive e non frutto di semplici idee soggettive.

Non si può dire che il trading sul forex sia una cosa positiva o negativa, semplicemente esiste e ci sono modi per trarne vantaggi in termine economico.

Spesso troviamo online delle opinioni di gente che ha perso tutto il proprio denaro e che afferma che il forex è una truffa, quando invece le loro perdite sono solamente state frutto di mancanza di conoscenza e disciplina. D’altra parte troviamo anche delle opinioni di persone che affermano che il forex gli abbia fatto guadagnare una fortuna - e magari è anche così - ma potrebbe essere stato frutto di un’operazione casuale.

Operare sul mercato forex è un’attività che richiede studio, esperienza ed i giusti strumenti. Come tutte le operazioni finanziarie comporta un certo grado di rischio. Con un buon broker, è anche possibile impostare il livello di rischio desiderato e scegliere il tipo di conto più adatto alle proprie esigenze. Sono disponibili sia conti a basso rischio che ad alto rischio, e si può scegliere quello che si adatta al proprio livello di esperienza e di tolleranza al rischio.

Quanto si può guadagnare con il Forex?

Quanto si può guadagnare con il Forex? Partendo con soli 100 euro ed utilizzando una leva 30 - il che significa operare come se avessimo 3000 euro - potrebbe anche permetterci di raddoppiare questa cifra in un solo giorno. Per ottenere risultati rapidi, è necessario scegliere opzioni ad alto rischio. Se non siete disposti a rischiare tutto il vostro capitale, allora dovete concentrarvi su strategie in grado di fornire profitti piccoli ma costanti.

Naturalmente, un grande rischio comporta la possibilità di subire perdite significative. E, naturalmente, è fondamentale sapere che è necessario tagliare le perdite con la stessa rapidità e drammaticità con cui si possono ottenere i profitti. Non si può restare in attesa di ogni operazione. Non potete ignorare ogni bandiera rossa. Dovete essere pronti a vendere quando il mercato vi dice di farlo. Dovete sapere quando abbandonare.

Leggi anche:

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro