Criptovalute Migliori: quali scegliere, broker e come investire [Guida]

0
21
migliori criptovalute

Si parla molto di criptovalute. Sono un metodo di investimento conveniente? Quali criptovalute scegliere? Molti lettori pongono domande simili. In questa guida daremo risposta a queste e ad altre domande.

Cominciamo dicendo che le criptovalute sono un settore di investimento davvero molto interessante e dalle grandi potenzialità. Vedremo poi una alla volta alcune delle più interessanti.

Come investire in questo asset? Esamineremo in questa guida alcune delle piattaforme più interessanti per fare trading di criptovalute. Recensiremo eToro, 24Option e Iq Option, tra i migliori siti per operare con fiducia a semplicità.

Segue ora un indice per poter consultare i vari punti principali di questa guida e scegliere quello che interessa maggiormente.

Quali sono le migliori criptovalute? Andamento del 2019

Il 2017 è stato un anno memorabile per il Bitcoin, la principale criptovaluta. Ma che dire di oggi? Ebbene, il mercato delle criptovalute non si è fermato e rappresenta tuttora un interessante asset di investimento. Infatti, vedremo che per fare guadagni non è necessario che il valore di una criptovaluta debba aumentare.

Il primo consiglio è evitare di acquistare le criptovalute. L’acquisto di criptovalute ha diversi fattori negativi da tenere presente. Il primo è che per acquistarle bisogna usare degli Exchange, ovvero dei siti che fanno scambi in criptovalute. Purtroppo non sono sempre sicuri e si corre il rischio di incappare in una truffa.

Inoltre l’acquisto reale di una criptovaluta immobilizza il capitale e ci si espone al rischio dovuto alla volatilità del mercato. Infatti i valori delle criptovalute sono tipicamente molto variabili. Molti che hanno fatto un acquisto simile si sono trovati in difficoltà per questi motivi.

Un’alternativa all’acquisto reale è l’uso dei CFD (Contracts for Difference). Si tratta di derivati che replicano l’andamento della valuta senza dover effettuare un vero e proprio acquisto. Con i CFD si può quindi speculare sulle variazioni del prezzo delle criptovalute.

E’ però necessario azzeccare la tendenza dell’asset. Se si pensa che il valore di una data criptovaluta possa aumentare, bisogna aprire la posizione long (acquisto). Viceversa, bisogna aprire la posizione short (vendita allo scoperto).

Passiamo ora in rassegna alcune delle migliori criptovalute su cui operare e alcuni interessanti broker.

Bitcoin

Naturalmente il Bitcoin è la più famosa criptovaluta, tanto che per alcuni la parola Bitcoin è un sinonimo di criptovaluta. Ovviamente non è così, ma questa valuta digitale disponibile dal 2009 per iniziativa di Satoshi Nakamoto, resta la principale criptovaluta scambiata al mondo.

Se stai leggendo questa guida, vorrai avere qualche suggerimento pratico per comprare Bitcoin. Una tecnica semplice ed interessante è il Copy Trading di eToro. Si tratta di un sistema brevettato che consente di copiare altri trader esperti in criptovalute. Questo comunque non assicura il guadagno in modo certo. Gli investimenti in Bitcoin hanno i loro rischi, e bisogna metterli in conto.

Però scegliere un buon broker è la base per fare trading di Bitcoin. Questo sito è autorizzato a operare ed è controllato a livello internazionale (clicca qui per visitare il sito ufficiale). La piattaforma offre la funzione di conto demo, ottima per chi inizia in questo campo. Dopo un po’ di pratica, si può passare al conto con denaro vero. In questo modo si può davvero guadagnare con gli investimenti in Bitcoin. Etoro richiede un deposito minimo di 200 euro per aprirlo (cifra irrisoria rispetto al costo per acquistare Bitcoin reali).

Clicca qui per fare il deposito e per iniziare subito a operare in Bitcoin copiando i trader migliori del mondo.

Ripple

Una tra le migliori criptovalute è Ripple (XRP). Nata nel 2012, è tra le poche criptovalute a entrare nell’ambito istituzionale. Inoltre ha accordi con importanti aziende internazionali come: American Express, Banca Santander, MoneyGram ecc.

Un’altra caratteristica interessante di Ripple è il ridotto tempo di latenza delle transazioni, che si traduce in costo molto bassi. Le previsioni su Ripple sono rosee perché è una criptovaluta con un uso pratico. Per questo molti investono acquistando Ripple.

Come muoversi, però, per operare (anche tramite CFD) su Ripple? E’ essenziale la formazione. Si possono trovare su internet e altrove molti corsi su come operare su criptovalute, inclusa Ripple. Molti di questi corsi sono costosi e non tutti sono di buona qualità. Molti corsi sono prettamente teorici. Comunque quello che interessa di più è la pratica. Dove poter trovare un corso pratico e di qualità per operare su Ripple e altre criptovalute?

Su 24Option (un altro famoso broker rispettoso delle regole internazionali) è disponibile un ebook gratuito che fornisce la necessaria formazione.

Questo ebook è a disposizione gratuitamente non solo degli utenti registrati sul sito. E’ disponibile per tutti, basta inserire una email valida. Per iniziare clicca qui.

Per fare investimenti mirati su questa criptovaluta, sono molto utili i suoi suggerimenti pratici su come muoversi sul mercato. Su 24Option è disponibile anche un altro interessante strumento. Si tratta dei segnali di trading, cioè consigli su come operare su un dato asset (come per esempio Ripple). I segnali di trading sono offerti dalla società Trading Central. Su questa piattaforma sono gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti. Per accedervi è necessario un deposito minimo di 250 euro.

Clicca qui per fare il deposito e per cominciare subito a provare i segnali di trading sul sito ufficiale di 24Option

Ethereum

Questa criptovaluta (sigla ETH) ha questa definizione: “Piattaforma decentralizzata del web 3.0 finalizzata alla creazione di contratti intelligenti, ossia applicazioni che svolgono il loro compito esattamente come previsto dallo sviluppatore, senza alcuna interferenza esterna.”

Nata nel 2013 ha collezionato ottimi traguardi. Infatti i “contratti intelligenti” si possono trovare in molti campi: affitti, crowdfunding, sistemi elettorali ecc…

Dopo il Bitcoin, Ethereum è la criptovaluta più famosa. Abbiamo visto che per operare in criptovalute, inclusa l’Ethereum, su siti affidabili è sufficiente un deposito minimo di 200 o 250 euro sulle piattaforme indicate.

Per iniziare a fare investimenti in criptovalute è possibile operare su una piattaforma che richiede un deposito ancora inferiore. Si tratta di Iq Option. E’ un broker davvero singolare, infatti richiede un deposito minimo di soli 10 euro. Forse è il broker che richiede il deposito minimo più basso sul mercato.

Anche in questo caso è evidente il vantaggio di operare con i CFD. Nessun Exchange permette l’acquisto di criptovalute con soli 10 euro! Con queste caratteristiche uniche Iq Option ha vinto molti premi internazionali.

Clicca qui per aprire un conto su Iq Option e per iniziare a investire con un deposito di soli 10 euro

Litecoin

Tra le migliori criptovalute che prenderemo in esame, concludiamo con Litecoin. E’ nata nel 2011 per opera dell’ex impiegato di Google Charlie Lee. Quando Lee ha venduto  le sue azioni della società, la criptovaluta è arrivata nel 2018 a un record negativo di 30 dollari di valore.

Una delle sue caratteristiche è il tempo di conferma di solo 2,5 minuti (molto inferiore ai 10 minuti di Bitcoin). Questo è interessante per chi vuole investire in Litecoin. Teniamo presente che con i CFD è possibile guadagnare anche con una discesa del valore della criptovaluta.

Consigli finali sulle criptovalute

Abbiamo così passato in rassegna le più popolari criptovalute. I CFD restano il modo migliore per operare su questi asset molto variabili.

Altri fattori da tenere conto per valutare il prezzo delle criptovalute possono essere le decisioni delle banche centrali, i cambiamenti nei singoli team delle criptovalute ecc.

Teniamo presente che l’andamento delle principali criptovalute è molto legato a quello del Bitcoin.

Come già detto, investire in criptovalute implica un certo grado di rischio. Un mezzo per ridurre il rischio è lo Stop Loss, uno strumento che indica al broker di arrestare le perdite, tutelando così il capitale del trader.

Un’altra tattica per ridurre i rischi è usare il Money Management. E’ una strategia di investimento molto efficace che consiglia di non puntare più del 5% del capitale per ogni singola operazione. Così, se uno di questi investimenti subisce delle perdite, il capitale non viene intaccato più di tanto.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile a chiarire alcuni dubbi sulle criptovalute.

Ora che hai terminato la tua lettura, ti chiediamo di condividere questa guida riguardo a quali criptovalute scegliere con i tuoi contatti Facebook ed email. In questo modo potrai aiutare anche altri a fare profitti nel trading di criptovalute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here