Borsa e trading: Differenza tra investimento e speculazione

Livio Colombo
May 30th, 2022

Molto spesso questi due termini, investimenti in borsa e trading online, vengono usati scambievolmente anche se non sono assolutamente la stessa cosa. Qual è la differenza tra investimento e trading? È meglio l’uno o l’altro?

Diciamo subito che la differenza sta nell’arco temporale del nostro investimento e la convenienza dell’uno o dell’altro dipende da noi, dal tipo di strategia che preferiamo.

Vedi questo interessante video:

Vedremo nel seguito dell’articolo come poter investire o fare trading online con alcune interessanti piattaforme quali: eToro, Plus500 e Capital.com

Ma iniziamo la nostra trattazione dicendo cosa sono gli Investimenti. Se vuoi puoi anche leggere il nostro approfondimento su come cominciare a giocare in borsa.

Investimento in borsa: cosa significa?

Con questo termine si identifica quell’attività finanziaria finalizzata all’incremento o alla creazione di nuove risorse monetarie di un investitore. In questi investimenti l’arco temporale è a medio/lungo termine (da 1 a 20 anni per intenderci). 

Vedi il nostro articolo: 'Come investire e come farlo nel modo giusto?'

In termini generici può essere un investimento l’acquisto di una casa, di un'auto d’epoca o di tutto quello che l’investitore pensa che gli darà un ritorno economico maggiorato nel momento in cui venderà. 

A livello finanziario, l’investimento avviene su azioni, fondi comuni d’investimento, BTP, Bond, etc.., perchè si prevede che nel tempo il valore dell’asset aumenti e nel rivenderlo si ottenga un profitto considerevole. 

Facciamo un esempio per comprendere meglio: pensiamo che le azioni Facebook continueranno a salire, compriamo per mantenere. Nel momento in cui acquistiamo diventiamo possessori di una piccola parte di quell’azienda e possiamo partecipare ai dividendi. Dopo 10, 20 anni, se le previsioni si sono realizzate potremmo avere in mano un capitale aumentato: abbiamo realizzato un profitto.

Con gli investimenti si può solo negoziare al rialzo, cioè si compra quando il prezzo è basso e si rivende quando il prezzo è aumentato e non viceversa. Se l’asset perde valore, si rischia di perdere tutto il capitale. 

Quindi gli investimenti in Borsa sono generalmente caratterizzati da questi fattori: 

  • arco temporale di lungo periodo

  • prodotti finanziari comprensivi di titoli di Stato, titoli azionari, indici, fondi comuni di investimenti, obbligazioni, futures etc.

  • Necessità di capitali di una certa dimensione (non piccole somme) 

  • Solitamente ci si avvale di un consulente finanziario con elevati costi di commissione e gestione

Speculare in borsa: cosa significa?

Nel mondo della finanza, la speculazione, o trading speculativo, si riferisce all'atto di condurre una transazione finanziaria che presenta un rischio sostanziale di perdita di valore, ma anche l'aspettativa di un guadagno significativo o di un altro valore importante. Con la speculazione, il rischio di perdita è più che compensato dalla possibilità di un guadagno sostanziale o di un'altra ricompensa.

Un investitore speculativo è probabilmente concentrato sulle fluttuazioni dei prezzi. Sebbene il rischio associato all'investimento sia elevato, l'investitore è in genere più interessato a generare un profitto basato sulle variazioni del valore di mercato di quell'investimento che a investire a lungo termine. Quando l'investimento speculativo prevede l'acquisto di una valuta estera, si parla di speculazione valutaria. In questo caso, l'investitore acquista una valuta nel tentativo di venderla successivamente a un tasso di cambio più elevato, a differenza di un investitore che acquista una valuta per pagare un'importazione o per finanziare un investimento estero.

Cosa si intende invece quando si parla di trading online? 

Trading online: di che si tratta?

Il trading online invece è caratterizzato da una metodologia più a breve termine. Si negoziano asset finanziari, in primis i CFD, Contratti per Differenza, ma generalmente la durata dell’apertura di una posizione e la sua chiusura può essere nella giornata o arrivare ad essere solo pochi minuti. 

L’idea sottostante all'attività di trading è la stessa degli investimenti: aumentare il proprio capitale, ottenere profitti ma, per realizzarli, la strategia non è di mantenimento di un asset ma di aprire e chiudere più posizioni sul mercato in un lasso di tempo relativamente brevi. Si punta a profitti minori ma costanti. 

I CFD hanno rivoluzionato il mercato online perchè hanno permesso di eliminare molta burocrazia e tempi di attesa che si dovevano pazientemente aspettare per l’acquisto di azioni o titoli di Stato e via dicendo. I CFD infatti replicano l’andamento dell’asset e quando apriamo una posizione long non stiamo acquistano l’asset sottostante. Negoziare in CFD significa negoziare sulle variazioni di prezzo intervenute nel sottostante in un certo periodo di tempo.

Per approfondire l’argomento leggi il nostro articolo CFD: cosa sono e come funzionano.

Facciamo un esempio per chiarire.

Esempio di trading online

Abbiamo fatto la nostra analisi tecnica e fondamentale delle azioni Apple e pensiamo che, nell’arco della giornata andranno in ribasso. Abbiano notato infatti che il valore della quotazione si sta avvicinando a una resistenza e pensiamo che una volta giunta vicina a quel prezzo ripiegherà su se stessa al ribasso. 

Poniamo in essere un ordine pendente dicendo al broker che quando si realizzerà una certa condizione dovrà aprire una posizione short (vendita allo scoperto) per 1000$ con leva 1:5 quindi l’esposizione totale sarà di 5000$ su CFD Apple al prezzo di 133.83$. Le unità vendute sono circa 37,40. Negoziamo in questo modo all’apertura della borsa Nasdaq e monitoriamo la posizione. 

Si aprirà subito in negativo in quanto il broker si fa pagare subito lo spread. 

Durante la giornata continuiamo a monitorare ed effettivamente nel primo pomeriggio il prezzo dell’azione Apple comincia a ribassare e iniziamo a vedere realizzarsi il nostro profitto. Supponiamo che arriva a 132.00$. Il nostro profitto si aggira intorno a 63 $ ma sappiamo che può ancora scendere in quanto ha toccato per diverse volte un supporto a livello di 125$. Nessuno comunque ci vieterebbe di chiudere la posizione anche a $132.00, abbiamo realizzato il nostro profitto e possiamo essere contenti. Se l’asset continuerà a scendere, il nostro profitto continuerà ad aumentare e potremmo decidere di chiudere quando avremo realizzato un profitto appetibile. 

Tipi di trading online

In questo caso abbiamo fatto trading online su base giornaliera o intraday ma esistono anche:

  • lo scalping

  • lo swing trading.

Vediamo in breve cosa significano queste espressioni. 

Scalping

Lo scalping o Scalp Trading è una negoziazione che di solito dura pochi minuti. Il trader che fa scalping cerca di ottenere il suo profitto da piccole variazioni di prezzo su capitali di una certa consistenza oppure pone in essere anche centinaia di piccole operazioni per un tempo molto breve per ottenere piccoli profitti con l’idea di fondo che la somma di piccoli profitti possa diventare un profitto consistente. Un trader che fa scalping può porre in essere anche un centinaio di operazioni in pochi minuti. 

Swing Trading

E’ un tipo di trading che prevede di ottenere profitti a medio termine aprendo rispettivamente posizioni al rialzo e successivamente al ribasso seguendo le oscillazioni di un asset. Lo swing trading o trading di posizione: è più un investimento che non il vero e proprio trading.

Si possono usare anche i CFD ma si pongono in essere delle operazione che continueranno ad essere aperte per molto tempo (un anno o più). il trading di posizione va valutato attentamente in quanto tutti i broker fanno pagare dei costi di Rollover. Questi costi sono un finanziamento che il broker vi offre per mantenere aperta nel tempo una posizione su più giorni. 

Su Plus500 ad esempio se volessimo negoziare su CFD di azioni Apple con un trading di posizione e supponiamo che apriamo una posizione long per 5.000 $ lunedì, in una sola settimana, con un finanziamento di overnight vendita pari a 0.0442% sull’importo totale investito, dovremmo pagare a notte 2.21$, per una settimana sarebbero 15.47$, in un mese 66,3$ e così via. Dobbiamo capire se è conveniente mantenere il trading di posizione.

Quindi, per riassumere, cosa caratterizza il trading online: 

  • l’arco temporale è di media o breve durata

  • Strumenti finanziari complessi, CFD, attraverso il quale si può negoziare sia al rialzo che al ribasso. I CFD sono strumenti finanziari a marginazione con leva.

  • Gli importi che si possono investire possono anche essere di pochi euro o dollari

  • Non si ha necessità di un consulente. Possiamo aprire e chiudere posizioni in autonomia

Se vuoi saper come puoi scegliere la leva finanziaria usando i CFD.

Differenza tra investimento e trading online

Ora che abbiamo chiarito qual è la differenza tra investimento in borsa e trading online, capire cosa è meglio per voi, sta a voi deciderlo. Che tipo di trader siete? Volete operare nel lungo termine o vi appetisce il trading di breve o medio tempo? Tra trading e investimenti, per cosa vi sentite più portato?

Non è che uno sia più vantaggioso dell’altro anche se, dobbiamo riconoscere, che i CFD hanno alcuni interessanti vantaggi se li si conosce bene. 

Molto dipende da alcuni fattori da considerare: 

  1. il tempo che abbiamo a disposizione: se vogliamo fare un’attività di trading online dobbiamo comunque avere tempo per dedicarvici. Il trading online presuppone analisi tecnica e fondamentale, aprire diverse posizioni e decidere come intervenire anche durante la stessa giornata. Potrebbe essere un’attività part-time da inserire nella nostra agenda. Ma se non disponiamo di tempo, forse, l’unica alternativa è un investimento a lungo termine di cui possiamo interessarci anche poche volte all’anno. 

  2. Anche il proprio budget è un fattore da considerare. Se il capitale è poco dovrete obbligatoriamente dirigervi al trading online piuttosto che a investimenti di lungo termine.

  3. La vostra propensione per la finanza e l’economia. Alcuni ritengono la materia tediosa e poco interessante, altri invece vi si applicano senza sforzo. Voi, a chi assomigliate? Se al primo allora vi conviene l’investimento, se invece assomigliate più al secondo, il trading.

Ma ora veniamo ad approfondire come possiamo sia fare trading che investimenti attraverso le piattaforme di eToro, Plus500 e Capital.com

Investire con eToro

Le considerazioni fatte poc’anzi su investimenti e trading non valgono sulla piattaforma di eToro. Perchè? Perchè eToro funziona sia come DMA (Direct market access) che come MM (Market Maker). Cosa significano queste espressioni?

eToro ha implementato le funzionalità della sua piattaforma, già da diversi anni, offrendo la possibilità di accedere direttamente ai mercati per quanto riguarda le azioni reali. Permette al trader di acquistare e mantenere nel proprio portafoglio per tutto il tempo che si vuole l’asset vero e proprio: le azioni. Quindi permette gli investimenti a lungo termine senza commissioni.

Il trader, per piazzare i propri ordini sulle borse mondiali, ha necessità di un intermediario finanziario, unici ad avere accesso e abilitati ad operare in borsa. eToro svolge questa funzione di tramite nella transazione e, nel momento in cui non si trova una controparte, interviene lui stesso come controparte per offrire l’esecuzione dell’ordine in tempi brevissimi e al miglior prezzo. 

Ovviamente la leva finanziaria sarà x1, ovvero non verrà applicata (se si applica allora non acquisterete o venderete il sottostante ma i CFD).

L’investimento in azioni con eToro è particolarmente interessante perché è a zero commissioni. Per tutto il tempo che terrete aperta la posizione, non pagherete commissioni di overnight o altro. Naturalmente lo spread verrà sempre addebitato da eToro. 

eToro, inoltre, non si è fermato a questo ma ha proposto ai suoi utenti l’opportunità di investire in portafogli già preconfezionati dagli esperti di eToro o da partner a lui associati. 

Copy portfolios WBQuesta funzione, chiamata CopyPortfolio, offre l’opportunità con un unico investimento di diversificare il proprio capitale per ridurre il rischio e di investire a lungo termine senza il bisogno di stare a vedere ogni momento come è l’andamento. A scadenza periodica infatti gli analisti di eToro, controllano, modificano, aprono e chiudono posizioni per renderlo sempre a un certo livello di performance. 

Anche i Copy portfolios interamente su azioni non avranno commissioni addebitate, ma solo lo spread.

Per una trattazione completa sui CopyPortfolios vedi il nostro articolo sul Copy Trading eToro.

Ma vediamo invece quando eToro si muove come Market Maker. 

Fare trading con eToro

In tutti gli altri casi, proponendo gli strumenti finanziari CFD, Contratto per Differenza, si muove come MM. Un MM compra e vende un certo numero di asset (di solito una quantità elevata) per agevolare la liquidità del mercato finanziario. Decide il prezzo di vendita e di acquisto e si muove in un mercato OTC (Out of the Counter). Un mercato di questo genere non deve ottemperare agli stessi requisiti osservabili nelle Borse (i mercati regolamentati). Sono negoziazioni che si svolgono al di fuori dei circuiti ufficiali. 

I CFD sono strumenti a leva che replicano l’andamento degli asset quali: 

  • azioni

  • criptovalute

  • ETF

  • Indici

  • Forex

  • Materie prime

Quindi si è in grado di negoziare praticamente su tutti i diversi strumenti finanziari anche con importi molto bassi. 

Come comprare e vendere CFD con eToro

00:03 Minuti Richiesti

Porre in essere una transazione è molto semplice.

  1. Accedi alla piattaforma eToro 

    Inserisci le credenziali
  2. Cerca l’asset digitando nella barra di ricerca il nome dell’asset 

    Oppure seleziona MERCATI e successivamente l’asset cercato
  3. Dopo aver analizzato il trend attraverso gli strumenti di analisi, decidi se acquistare o vendere.

    Determina l’importo che vuoi investire, la leva finanziaria che vuoi applicare, gli eventuali stop loss e take profit e clicca Apri Posizione 

eToro mostrerà immediatamente l’esecuzione dell’ordine. 

Inoltre è diventato famoso per il suo Copy Trading e per essere un social network del trading. Per maggiori informazioni riguardo a questo sistema brevettato da eToro, leggi il nostro articolo: ‘Come funziona il Social Trading'.

Altri vantaggi di utilizzo di eToro: 

  • conto demo illimitato e gratuito

  • ampia varietà di prodotti finanziari su cui negoziare

  • assistenza provveduta dagli altri utenti con la metodologia Twitter o Facebook

  • Spread competitivi

  • piattaforma semplice e intuitiva

  • Indicatori e oscillatori tra i più utilizzati dagli analisti esperti.

Leggi il nostro tutorial su eToro.

Conclusione 

Questo articolo ha chiarito la differenza tra investimento e trading online. 

Abbiamo anche visto che, se ancora non sappiamo bene come muoverci, con eToro possiamo sia fare investimenti che attività di trading. Con Plus500 e Capital.com invece in prevalenza si fa trading online anche se nulla vieta di negoziare un CFD e mantenerlo nel tempo. In quest’ultimo caso occorre assicurarsi che i costi di rollover non erodino con il tempo il guadagno.

Un'ultima cosa: più tempo si tiene aperta una posizione più si rischia. 

Livio Colombo

Analista dei mercati

È un analista dei mercati. Si occupa di borsa e trading online dal 2011, e si è specializzato nella stesura di articoli relativi agli strumenti finanziari ed ai broker online. Ha scritto numerosi testi dedicati al mondo dei mercati finanziari e delle criptovalute.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro