Lezione 8 – Basi per un Forex Sicuro, gli Stop

0
389
Forex sicuro

Nella precedente lezione abbiamo iniziato a vedere come funziona il Forex, in particolar modo quali sono gli effetti della leva finanziaria, ossia quell’attività che ci permette di negoziare con molti più titoli di quanto in realtà noi potremmo fare. Questa particolarità rende il Forex molto più appetibile, interessante e vantaggioso. I risultati li vediamo subito, come è stato appena visto negli esempi precedenti, è un’opportunità accessibile a tutte le tipologie di clientela.

È possibile investire sia piccole che grandi somme e i risultati di guadagno arrivano sin dalle prime operazioni. Ad ogni modo, chi vuole investire in modo sicuro, anche da subito, può farlo sia in versione demo, ossia prova senza l’utilizzo di denaro vero per capire i meccanismi, oppure iniziare ad investire con denaro reale utilizzando gli stop.

Forex Sicuro: gli Stop

Se vi ricordate, nella lezione 7 sono stati menzionati gli stop (stop limit e stop loss) senza approfondire cosa essi siano: è giunto il momento di approfondire questo argomento e di capire cosa sono e a cosa servono. Gli stop sono utilizzabili per qualsiasi tipo di mercato, non solo sul Forex e in quello valutario. La funzione degli stop è quella di rendere il trading più sicuro: questa sicurezza è possibile su tutto ciò che negoziate, ossia valute, azioni, materie prime, ETF o indici.

Gli “stop” è un meccanismo del software di negoziazione che segnala quando occorre fermarsi (stop, per l’appunto). Questo meccanismo è utile per porre fine alle eventuali perdite o guadagni. Sono state menzionate due tipologie di stop ed ora vediamo come essi funzionano:

  • Lo Stop Loss viene utilizzato per fissare una quota sotto la quale il prezzo dell’asset (cioè coppia valutaria) su cui investite non deve scendere. Per esempio, se stiamo investendo sull’EUR/USD mentre si trova a 1.300 possiamo decidere di bloccare questo prezzo a 1.200 nel caso in cui il nostro investimento inizi a scendere troppo, bloccando appunto il limite a questa cifra senza perdere ulteriori guadagni; in questo modo i guadagni sono protetti perché la posizione viene subito chiusa e venduta. Questa operazione è ottima quando ci sono ribassi improvvisi.
  • Si fissa lo Stop Limit quando ci si accontenta di vendere una quota per trarre un profitto certo. Ad esempio, sempre prendendo l’esempio precedente, possiamo stabilire uno Stop Limit a 1.320 che ci permetta di prendere un profitto di 20 pip moltiplicati per la somma investita.

Come è facilmente intuibile, gli stop sono fondamentali sia per ridurre il rischio di perdite (gestione del rischio), sia per gestire i guadagni. Con gli stop è possibile essere al sicuro anche quando non è possibile seguire personalmente e costantemente le operazioni.

Il Conto Demo

Più volte è stato nominato il conto demo, spiegando in parte cosa sia e verrà spiegato in seguito. È un elemento molto importante per chi inizia ad utilizzare il trading online per capire il suo utilizzo senza perdere denaro ma nello stesso tempo può essere utilizzato dai professionisti. I professionisti utilizzano il conto demo per verificare se le loro strategie possono avere efficacia. Il conto demo, infatti, permette di sperimentare nuove teorie sperimentando nuovi sistemi o tecniche e ciò permette di aspettare anche diverse settimane per verificare la loro reale validità.

Passa alla lezione successiva – Lezione 9 – Orari dei Mercati Finanziari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here