Lezione 11- Il Pip: definizione e calcolo

0
830
caratteristiche dei pip
caratteristiche dei pip

Quante volte avrete sentito dire che il Dollaro ha guadagnato 10 PIP nei confronti dell’Euro, oppure che lo Yen e’ crollato di 100 PIP nei confronti della Sterlina? Ma cosa diavolo e’ questo PIP?!

PIP e’ l’acronimo di “Price Interest Point”, e semplicemente indica il piu’ piccolo movimento di prezzo di una coppia valutaria.

Il PIP corrisponde alla:

  •  quarta cifra dopo la virgola per tutte le valute diverse dallo Yen (EUR/USD: 1.1352);
  • seconda cifra dopo la virgola per lo Yen (USD/JPY: 119.52).

E la sua funzione e’ quella di calcolare il profitto o la perdita di un’operazione su valute.

Su internet troverete mille e piu’ informazioni sul PIP: e’ stato detto e scritto perfino troppo, a mio parere, col risultato di confondere l’investitore alle prime armi.

Semplicemente ricordatevi che il PIP:

  • e’ l’unita’ di misura delle coppie valutarie (per azioni, indici e materie prime il dollaro e’ invece l’unita’ di misura)
  • si calcola in base alla posizione aperta, a seconda che si tratti di una compravendita da 1.000, 10.000, 100.000 unita’ di valute (in base al taglio minimo offerto dalla vostra piattaforma di trading).

Generalmente, le piattaforme permettono di operare su lotti di almeno 10.000 unita’: in questo caso 1 PIP equivale a 1 $. Quindi, se ad esempio comprate EURUSD a 1.1350 e, in poche ore, la quotazione arriva a 1.1355, allora la variazione e’ di 5 PIP (1.1355 – 1.1350 = 0.0005 oppure 5 PIP). E nelle posizioni da 10.000 unita’ (dove 1 PIP = 1 $), 5 PIP equivalgono a 5 $. In definitiva avrete guadagnato 5 $, ossia 4.40 Euro.

Se invece aprite in vendita una posizione da 100.000 unita’ di EUR/USD, e la quotazione varia da 1.1350 a 1.1355, in quel caso la variazione sara’ sempre 5 PIP che pero’ equivarranno a 50 $ (1 PIP = 10 $ nelle posizioni da 100.000). Avrete purtroppo perso non 5 ma 50 $

Se infine aprite in acquisto una posizione da 50.000 unita’ di EUR/USD, e l’Euro passa da 1.1350 a 1.1355, anche in questo caso la variazione sara’ di 5 PIP, che equivarranno ad un profitto di 5 $ (1 PIP = 5 $ nelle posizioni da 50.000)

Ci sono due modi, esattamente identici, per calcolare il profitto o la perdita nelle operazioni su valute. Scegliete quello che piu’ vi piace; e tenete comunque conto che, per vostra fortuna, non avrete mai bisogno di fare questo calcolo manualmente ogni volta, dal momento che ogni piattaforma di trading convertira’ in maniera automatica i PIP in Euro.

METODO 1:

Su una posizione in acquisto/vendita da:

  • 10.000  => 1 pip = 1 $
  • 10.000  => 1 pip = 2 $
  • 50.000  => 1 pip = 5 $
  • 100.000 => 1 pip = 10 $
  • 250.000 => 1 pip = 25 $

METODO 2:

Dato che il PIP e’ la quarta cifra dopo la virgola per le valute diverse dallo Yen (es EUR/USD), allora sara’ sufficiente moltiplicare la variazione in PIP per la posizione. Ad esempio

  • Buy EURUSD, 10.000: da 1.1340 a 1.1345  =>   Profitto: 0.0005 $ x 10’000 = 5 $
  • Buy EURUSD, 10’000: da 1.1340 a 1.1330  => Perdita: 0.0010 $ x 10’000 = -10$
  • Sell EURUSD, 100’000: da 1.1345 a 1.1340 => Profitto: 0.0005 $ x 100’000 =  50$

Passa alla lezione successiva – Lezione 12 – Chiusura di una operazione sul Forex

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here