Come investire in platino e quando farlo?

Oscar Manfrin
June 7th, 2022

Investire in platino è semplice e lo si può fare con le piattaforme che vedremo di seguito. Questi software permettono di investire nel platino anche attraverso l'uso della leva finanziaria che può aumentare il proprio potere d'acquisto. Per chi vuole investire una cifra di qualche centinaio di euro o meno, suggeriamo la piattaforma di eToro. Per chi invece vuole investire cifre più consistenti è meglio usare un broker che opera sui futures.

Si può comprare platino online (o venderlo) utilizzando una piattaforma di trading CFD.

Nell’immagine sopra si può visualizzare la sezione "Notizie” a disposizione per chi ha un conto reale con eToro (il deposito minimo è di soli 50 euro), la quale mostra all'utente le ultime notizie relative all'asset selezionato. Una funzione molto utile per rimanere aggiornato e fare la scelta giusta. (Visita il sito ufficiale)

Il platino ha acquisito sempre più rilevanza in diverse industrie quali quella automobilistica, medica-sanitario (apparecchiature) e anche nel settore dell'oreficeria. Vediamo l'andamento del prezzo ed anche delle previsioni sulle quotazioni del platino.

Investire nel platino in 5 passi

Per poter investire nel platino online è indispensabile iscriversi ad un broker (qui puoi vedere come registrarti ad eToro) ed eseguire almeno il deposito minimo che con eToro è di soli 50 euro. Di seguito puoi vedere un elenco di piattaforme per investire in materie prime.

  • Deposito Min: 50

    Licenza: Cysec 109/10

    Copia i migliori Trader

    Scelta TOP criptovalute

    Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min:

    Licenza: 275/15

    Investimenti in IPO

    Conto deposito 3%

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 250/14

    Tra I migliori broker CFD

    Ampia scelta Criptovalute

    77% degli investitori retail perdono denaro quando operano con questo broker

  • Deposito Min: 20 (con carta)

    Licenza: Cysec 319/17

    Proposte senza commissioni

    Formazione Gratuita

    Il 83,45% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

  • Deposito Min: 100

    Licenza: Cysec 292/16

    Formazione Gratuita

    Trading Central

    69.57% of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider

Vediamo i semplici step per poter investire nel platino.

Step per investire nel Platino

00:05 Minuti Richiesti

Procedura per comprare (o vendere) platino online con una piattaforma di trading.

  1. Registrazione

    Registrarsi sul sito di un broker. Potete farlo da qui.
  2. Deposito

    Depositare il denaro predisposto per effettuare l'investimento
  3. Analisi

    Analizzare l'andamento del prezzo
  4. Eseguire l'ordine

    Scegliere il timing d'ingresso e comprare o vendere quando si è convinti di farlo.
  5. Monitorare la posizione

    Impostare stop loss e take profit gestendo la posizione a mercato.

Previsioni sul Platino

L'annuncio fatto da World Platinum Investment Council (WPIC) della maggiore fornitura rispetto alla domanda spiega il motivo per cui il prezzo del platino sta inesorabilmente scendendo. Le previsioni per il 2022-2023 sono al ribasso anche se è possibile che il governo del Sudafrica o della Russia propongano dei correttivi per evitare che il prezzo diminuisca eccessivamente.

Quando investire in platino?

Ecco la performance mensile del Platino negli ultimi 10 anni.

Da questi dati risulta che i mesi di gennaio e febbraio siano statisticamente i mesi migliori per investire al rialzo nel platino.

Come comprare Platino 

Esistono diverse modalità per investire in platino alcune più facilmente attuabili di altre. Riassumiamo in questo breve elenco le modalità di investimento:

  • acquistare lingotti di platino

  • investire in strumenti finanziari derivati quali Futures, CFD ed ETF

  • investire in modo indiretto attraverso la negoziazione di azioni di società che estraggono e lavorano il platino.

 Analizziamoli brevemente.

Lingotti di Platino

Come lo è stato per l’oro, anche questa è una possibilità di investimento: acquistare gioielli in platino o lingotti e conservarli nel tempo. Lo svantaggio più grande è la necessità di capitali notevoli perché non è certo acquistando un solo gioiello in platino che potremo pensare di ottenere un profitto anche solo di una certa entità. Quindi, per ottenere nel tempo un profitto, occorre acquistare un certo quantitativo di platino. Un altro svantaggio sono i costi per il suo stoccaggio. Non è consigliabile tenere i lingotti di platino in casa dove i ladri possono rubare. Meglio optare per gli istituti bancari che, naturalmente, offrono questo servizio dietro pagamento di spese. Ovviamente se la quotazione del prezzo del platino si abbassa anche il nostro investimento in lingotti di platino avrà un risvolto negativo.

Futures sul platino

Il platino viene quotato sul NYMEX (New York Mercantile Exchange) e sul MIDAM (Midamerica Commodity Exchange di Chicago), nonché nella Borsa sul mercato di Londra: il London Platinum and Palladium Market. Sul TCE (Tokyo Commodity Exchange) del Giappone ogni anno si effettuano più di 10 milioni di transazioni sul Platino. 

I Futures sono nati per evitare la volatilità tipica delle materie prime. Sono contratti altamente standardizzati non modificabili dove il compratore e il venditore si accordano per scambiarsi la merce in una data futura a un certo prezzo, indipendentemente dalla quotazione che la materia prima avrà nel momento dello scambio. Sono contratti finanziari a termine.

Il più grande svantaggio di questi contratti è che solitamente occorrono ingenti capitali e anche le commissioni che vengono fatte pagare sono abbastanza elevate per cui non sono contratti adatti per l'investitore medio o piccolo.

CFD

I CFD o contratti per differenza, sono contratti che permettono di negoziare sulla variazione di prezzo di una materia prima, dal momento in cui si apre la posizione al momento in cui si chiude. Non si acquista il sottostante per cui non si ha nessun tipo di burocrazia e bassissime commissioni. Per negoziare in CFD è necessario utilizzare un broker di trading online.

ETF

Gli Etfs, Exchange traded Funds, altro non sono che dei panieri che tracciano diversi asset quali per esempio indici azionari, obbligazioni e materie prime. Il loro pregio più grande è quello di avere delle bassissime commissioni. 

ETF più interessanti sul platino sono: 

  • Xtrackers Physical Platinum EUR Hedged ETC

  • WisdomTree Physical Platinum

Anche per negoziare ETF, l'investitore medio ha bisogno di utilizzare le piattaforme di trading online. 

Azioni

Questo tipo di investimento è un modo indiretto di esporsi sul platino. Le maggiori società operanti nel settore del platino sono: 

  • Norilsk Nickel società russa

  • Sibanye Stillwater società del Sud Africa

  • Anglo American Platinum

  • Impala Platinum

Come investire in Platino

La regolamentazione è la prima cosa a cui vogliamo prestare attenzione. Altra caratteristica importante per scegliere il broker online adatto alle proprie esigenze è che fornisca la possibilità di utilizzare un conto demo attraverso il quale si può prendere dimestichezza con la piattaforma e con le sue funzionalità e porre in essere le strategie e vedere se funzionano.

Piattaforme per investire in platino in italia

Ecco di seguito i broker che mostrano tutte queste eccellenti caratteristiche di cui abbiamo appena parlato.

eToro

eToro presenta licenza CySEC n. 109/10. Con i suoi oltre 20 milioni di utenti, eToro ha una community di tutto rispetto. Attraverso il sistema del Social trading possono comunicare tra loro, scambiarsi consigli e informazioni. 

eToro ha anche un’altra peculiarità: per quanto riguarda le azioni, criptovalute ed Etf, consente di operare con il sottostante a zero commissioni. Permette quindi anche un investimento di tipo tradizionale: ‘buy-and-hold’ tipico del settore azionario. Altra caratteristica è la possibilità di fare un trading quasi automatico attraverso gli strumenti di Copy trading e CopyPortfolios o Smart Portfolios.

L’ETF su cui ci si può esporre sul Platino con eToro è il:

  • PPLT Aberdeen Standard Physical Platinum Shares ETF.

Leggi il tutorial eToro.

Capital.com

Questa piattaforma è regolamentata con licenza CySEC n. 319/17 e si distingue per essere un broker innovativo e per essere all'avanguardia.

Su Capital.com si può fare trading su CFD di un solo ETF sul platino:

  • PPLT, Aberdeen Standard Physical Platinum Shares ETF.

E’ possibile esporsi sul mercato del platino attraverso alcune società quali:

  • La Platinum Asia Investment,

  • La Platinum Capital e altre ancora.

Per sapere tutto sul broker leggi la guida Capital.com.

Plus500

Plus500 è fornitore leader di CFD. È regolamentato, (licenza CySec 250/14) all'avanguardia e innovativo. Dal 2013 viene quotato nella borsa di Londra ed è sponsor di alcuni Club famosi di calcio.

Una volta ottenuto l’accesso, la homepage offre a colpo d'occhio le più importanti informazioni necessarie al trader per effettuare le operazioni di trading: come i costi di Rollover, spread, orari di apertura dei vari mercati, il grafico personalizzabile. Come per Capital.com anche per Plus500 la leva è data di default e non è modificabile. Per aprire una posizione è sufficiente cliccare su Vendi o Acquista, decidere l'importo e gli stop operativi e di nuovo cliccare su Vendi o Acquista.

Anche su Plus500 è possibile fare trading online su CFD su Platino e su alcune holding che lo lavorano come:

  • Impala Platinum

  • Anglo American Platinum

ma non esistono al momento ETF che traccino il Platino. 

Per avere una recensione completa su questo broker leggi la guida Plus500.

Perché investire nel platino

Tutti coloro che vogliono diversificare il proprio portafoglio possono trovare in questa materia prima un'opportunità interessante di investimento. Anche il trader giornaliero può approfittare della volatilità del Platino per ottenere buoni risultati investendo sia al rialzo che al ribasso. 

Oggi il platino è usato in odontotecnica, nell'oreficeria e anche nel settore automobilistico (38% della produzione mondiale). I maggiori Paesi esportatori di Platino sono il Sud Africa e la Russia (oltre il 90% della estrazione totale). Mentre i maggiori paesi importatori sono il Giappone, gli Stati Uniti ed Europa, per via della affermata produzione di automobili.

Vedi questo interessante video:

Ponendo attenzione alle notizie intorno al platino anche un investimento di lungo periodo può essere interessante.

Caratteristiche del platino

Il platino si caratterizza da un colore bianco argenteo. E’ un metallo molto raro in natura e il suo processo di estrazione è più complesso di quello dell'oro. Rispetto all’oro, che si trova allo stato puro, il platino è associato a iridio, palladio, rodio ed altri metalli quali il ferro, il rame e il nichel e l’oro.

Si caratterizza dal fatto che, a temperatura ambiente, non si corrode facilmente. Quando fu scoperto gli fu dato questo nome, platino, da plata (argento) con una connotazione dispregiativa. Solo a partire dall’ 800, viene utilizzato sempre di più per le sue doti di catalizzatore per i vari processi. La Russia addirittura lo utilizzò per coniare le proprie monete.

La differenza tra Oro e Platino

Sono entrambi metalli preziosi ma sono molto diversi tra loro. L'utilizzo dell’oro è stato sin da tempi remoti e da sempre utilizzato dai governi come un'ancora da cui partire per fare i propri affari. I governi ancorano la propria valuta alle riserve di oro e a volte dell’argento. Per i trader l’oro viene pensato come un bene rifugio cioè un investimento che nelle situazioni di crisi economica può continuare a dare un certo profitto, un investimento che non viene svalutato. Questo non si può dire per il platino. Il platino non viene ancorato alle economie di una nazione né tanto meno alla sua moneta. Per quanto possa essere pregiato e per quanto possa aumentare l'utilizzo attraverso la tecnologia, non è ancora considerato un bene di rifugio alla stregua dell’oro.

Quotazione del platino in tempo reale

Andamento storico della quotazione del Platino

L'andamento della quotazione del Platino è correlata in modo diretto al settore automobilistico che rappresenta il settore che richiede maggiormente questa materia prima. Quindi dal 2000 in poi si è visto un forte rialzo del suo prezzo sino al 2008 quando la crisi economica mondiale colpì la produzione di automobili in modo notevole e quindi anche il prezzo della quotazione del platino diminuì raggiungendo la quotazione pari circa a 750 dollari. Poi il trend, dal 2008 fino al 2011, è stato fortemente al rialzo e raggiunse, il 26 agosto 2011, quotazione $1.838 poi inizia una lenta discesa, non senza mostrare ampie oscillazioni, che portò la quotazione del prezzo del Platino, il 23 gennaio 2016, a $ 873.5. Si giunse poi al crollo, causato dal Coronavirus, iniziato il 12 gennaio 2020 e conclusosi il 15 marzo 2020, che portò la commodity ad essere quotata a $ 607.40.

L'annuncio della pandemia ha portato come conseguenza immediata il crollo di tutte le borse mondiali senza alcuna eccezione. Così come il crollo è stato subitaneo, altrettanto lo è stata la ripresa: il 14 febbraio 2021 raggiunge la sua quotazione massima di 1.274 dollari. Poi di nuovo un'inversione di tendenza che porta il prezzo del platino a circa dollari 943 ai primi di dicembre del 2021.

Cosa influenza la quotazione del platino

Si è già detto che i maggiori esportatori di platino sono il Sudafrica e la Russia mentre i maggiori importatori sono i Paesi europei, gli Stati Uniti e il Giappone. E’ il settore automobilistico quello che ne fa maggiore richiesta per cui questo è il primo importante fattore che ne determina l'andamento. 

Salute del settore automobilistico, medicale e del settore gioielli. Più il settore è trainante e in crescita, più sarà la domanda di platino e conseguentemente è possibile che il prezzo cresca. Nel 2021 la domanda delle case automobilistiche è diminuita quando una carenza di chip li ha costretti a tagliare la produzione e le scorte detenute in valore di cambio a New York per gli investitori e gli etf si sono ridotti.

Offerta di questo materiale prezioso: è di qualche settimana fa (mercoledì 24 novembre 2021) l'annuncio da parte del World Platinum Investment Council (WPIC) in cui si affermava che il mercato globale del Platinum ha visto la più grande fornitura di questo materiale prezioso quest'anno, molto maggiore di quanto le previsioni potessero pensare. Un'altra grande over supply (fornitura) è prevista anche nel 2022. Queste grandi forniture implicano un abbassamento dei prezzi. Quest'anno la fornitura di platino sarà di 769,000 once (la più importante dal 2013) e si prevede nel 2022 una fornitura di 637,000 once. La fornitura è aumentata in quanto le scorte accumulate durante un'interruzione di una fonderia vengono elaborate più velocemente del previsto. Trevor Raymond, il capo delle risorse del World Platinum Investments Council, ha affermato che la produzione del metallo diminuirà nel 2022 o nel 2023 dopo che le scorte nel Sudafrica saranno state vendute. 

Anche l'andamento del dollaro può influire sull'andamento del platino in quanto questo metallo prezioso viene scambiato in dollaro. 

Il valore dell'oro è anche un fattore importante nella quotazione del platino: solitamente una minore disponibilità di risorse per investire in oro si traduce in un aumento dell'investimento in platino.

Anche lo sviluppo della tecnologia potrebbe aumentare le applicazioni pratiche e quindi la possibilità di usare questo metallo prezioso in altri settori potrebbe aumentare la domanda e quindi aumentarne il prezzo, viceversa se invece la tecnologia lo rendesse obsoleto questo potrebbe diminuire notevolmente la produzione.

Sono davvero molte le dinamiche che possono influire sull'andamento del prezzo del Platino.

Leggi come investire nelle commodities.

Conclusioni

Abbiamo visto che il Platino fa parte dei metalli preziosi. E’ molto raro e ha delle caratteristiche molto interessanti per cui viene anche utilizzato nell'industria automobilistica, nel settore sanitario e quello dell’oreficeria.

Le previsione a lungo termine sono al ribasso per via di una over supply rispetto alla domanda soprattutto in questo periodo di Covid che ha portato a un'interruzione della produzione nel settore automobilistico oltre ad altri fattori.

Uno dei modi più interessanti per esporsi sul platino è attraverso i broker online regolamentati utilizzando gli strumenti derivati CFD che permettono di ottenere dei profitti sia quando il mercato è al rialzo che quando è al ribasso. Nell'articolo abbiamo visto alcune piattaforme interessanti come eToro, Plus500 e Capital.com. 

Quanto detto in questo articolo non va inteso come un suggerimento d'investimento ma ha finalità esclusivamente informative ed educative.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro