Lezione 1 – Cosa sono i CFD

Nadia
July 16th, 2021

CFD o Contracts for Difference corrispondono a quelli che noi chiamiamo Contratti per Differenza. Questi sono degli strumenti finanziari (contratti standardizzati) il cui prezzo dipende dal valore di altre tipologie di strumenti di negoziazione (sottostanti).

Sembra complicato, ma non lo è. Facciamo un esempio pratico un CFD su azioni Enel, replica l'andamento della quotazione dell'azione Enel. Un CFD sull'oro (CFD oro) replica l'andamento del prezzo dell'oro.

Possiamo semplificare dicendo che un CFD azionario, o CFD su Azioni, è uno strumento finanziario che scambia o negozia le differenze di prezzo intervenute nella quotazione di un asset dal momento in cui si apre una posizione al momento in cui si chiude la stessa.

Con questo strumento il trader non entra in possesso del sottostante ma il suo guadagno/perdita deriva dalla variazione di prezzo avvenuta nel sottostante.

Esempio. Vogliamo investire su azioni Pirelli, ma non vogliamo perdere tempo nella fase di negoziazione. Una buona opzione potrebbe essere quella di acquistare un CFD su Azioni Pirelli: questo sarà offerto da un broker che ci permetterà di generare profitto nel caso in cui il trend o andamento delle azioni Pirelli vadano secondo le nostre previsioni (in caso contrario subiremo una perdita). Se penso che il trend sarà al rialzo, aprirò una posizione di acquisto o, come si dice in gergo, Long. Diversamente, se penso che il prezzo subirà un ribasso nel breve e medio periodo, aprirò una posizione di vendita allo scoperto o Short.

Il valore del CFD è infatti destinato a seguire quello dell’azione sottostante: questo ci permetterà di guadagnare sulla differenza di prezzo che si andrà a creare.

Esempio pratico: acquisto 10 CFD Amazon (quindi penso che il prezzo delle azioni aumenterà) a 3158,62$. Nel giro di un giorno il prezzo è aumentato a 3159,00$. Avrò ottenuto un profitto pari a 0,38$ per CFD. Avendone acquistati 10 il mio profitto sarà di 3,8$. Attenzione che se il prezzo, contrariamente alle mie previsioni, si fosse mosso al ribasso, avrei subito una perdita.

Vogliamo sottolineare un aspetto molto vantaggioso di questo particolare strumento finanziario, ovvero la possibilità di generare profitto anche dai prezzi in ribasso, aprendo posizioni di tipo “short”, cioè di vendita. Per poter vendere non è necessario aver acquistato in precedenza: si può semplicemente pronosticare il ribasso di un determinato titolo per garantirsi un ritorno economico qualora si verifichi ciò che abbiamo pensato.

Qual è la differenza tra CFD e Azioni?

La differenza sostanziale tra CFD e Azioni non rientra nella sfera prettamente economica. Per spiegarlo, iniziamo col dire che un CFD non dà diritto di voto in azienda a chi lo possiede (a differenza di un’azione). Questo aspetto in realtà non dovrebbe interessare molti dei nostri lettori, perché per avere un certo peso durante la votazione di un’azienda occorre possedere milioni di azioni. Di conseguenza questo limite dei CFD può passare in secondo piano.

Un’altra differenza: il CFD, al contrario delle azioni, consente di ottenere profitti dalla negoziazione ma anche dai dividendi, in base ai rialzi del titolo. Se ad esempio acquistassimo un titolo a 1€ per rivenderlo a 1,3€, ci garantiremmo 0,3€ di profitto per ogni titolo acquistato. Questo è positivo, soprattutto se si pensa che le negoziazioni in CFD avvengono in tempi decisamente più rapidi rispetto alle azioni tradizionali.

Un altro aspetto da evidenziare è che attraverso i CFD si ha meno burocrazia. Non acquistando nessun asset, non si deve compilare moduli o altro. Operare con i CFD è immediato, basta un click.

Anche i costi di commissione hanno il loro peso: comprare CFD dai broker online è un’operazione molto economica poiché non ci sono costi di commissione ma il broker si trattene solo uno spread molto basso che altro non è che la differenza tra prezzo di acquisto e di vendita. Questo è reso possibile dalla completa automatizzazione del sistema, che permette di evitare l’impiego di un consulente (opzione comunque disponibile, dietro specifica richiesta del trader).

Ultima grande differenza tra CFD e azioni: le leve finanziarie. Le leve permettono di negoziare per somme superiori a quelle effettivamente possedute. Si tratta di uno dei punti di forza dei CFD, i quali sono finanziariamente garantiti. Per poter aprire una posizione sarà sufficiente un piccolo margine iniziale pari al 0.5-30% del valore totale del trade.

Occorre essere esperti per negoziare CFD?

Come in tutti i campi, più è solida la conoscenza del “campo d’azione” più semplice risulteranno i propri movimenti. Per questo motivo, nonostante la pratica di negoziazione dei CFD sia semplice, ci sono tre parole da non dimenticare, al fine di ottenere risultati davvero soddisfacenti: apprendimento, aggiornamento, informazione. 

L’impegno dimostrato nello studio di questa attività vi aiuterà nel mettere a punto la vostra personale strategia di trading. Il mercato finanziario è in continuo mutamento, quindi è necessario seguirlo con attenzione per poter essere certi di agire al momento giusto nella speranza di ottenere dei profitti sui rialzi di prezzo dei diversi titoli quotati in Borsa.

Passa alla lezione successiva – Lezione 1a – Dettagli dei CFD

FAQ

Cosa sono i CFD o Contratti per Differenza?

I Contratti per Differenza sono strumenti finanziari derivati che replicano l'andamento del sottostante, cioè dell'asset che si sta monitorando. Con i CFD si negozia la variazione di prezzo avvenuta nel sottostante in un determinato periodo di tempo.

Qual è il vantaggio di operare con i CFD?

Il vantaggio forse più interessante è che attraverso i CFD si possono aprire posizioni anche al ribasso e quindi ottenere profitti anche nel momento in cui il valore di un asset diminuisce.

Cosa è importante sapere sui CFD?

Dicevamo che, attraverso i CFD, si negozia sulla variazione di prezzo intervenuta nel sottostante. Dobbiamo quindi prevedere l'andamento del trend di un asset. Se la previsione, al rialzo o al ribasso, si verifica allora otterremo un guadagno, se viceversa, il trend si muove in modo contrario alla nostra previsione allora subiremo una perdita.

Lezione 1a – Dettagli dei CFD
Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro