Se investo 100 euro in bitcoin quanto guadagno?

Maria Pisano
May 28th, 2022

Se investo 100 euro in Bitcoin quanto guadagno? Perché farsi questa domanda? Perché 100 euro non sono una cifra esagerata e quindi se si perdono il nostro tenore di vita non cambierà ma sono comunque una cifra sufficiente per ottenere dei buoni profitti. Investire 100 euro in Bitcoin può essere remunerativo ammesso che si preveda correttamente il suo andamento ed attraverso i CFD si può sfruttare sia un rialzo che un ribasso dei prezzi. Inoltre grazie all'effetto della leva finanziaria, i CFD offrono anche la possibilità di investire piccole somme

Tornando alla domanda iniziale quindi, è tutt'altro che una domanda fuori luogo e il guadagno che si potrà ottenere dipenderà essenzialmente dalla propria strategia di trading.

Leggi maggiori informazioni su cosa sono i CFD.

Quanto guadagno?

Dire quanto si può guadagnare investendo 100 euro in Bitcoin non è possibile. Certo se avessi investito 100 euro nel 2009 quando Bitcoin venne alla luce e iniziò ad essere minato, adesso saresti un miliardario: a quel tempo un BTC costava 0,00076 $. Con 100 euro avresti acquistato circa 131.000 BTC che al costo di oggi, 11 maggio 2022, a $ 39.000 circa risulterebbe in un capitale di circa 5 miliardi di euro. 

Se invece avessi investito anche solo un anno fa, il 29 aprile 2021, la contrattazione si chiuse a un valore di $54.213,02. Oggi il valore del Bitcoin sfiora i $ 39.000 quindi avresti avuto una perdita di ben $15.213,02 per ciascun BTC pari al 28%. Quindi, detta in modo molto semplicistico solo per farti comprendere la potenzialità del rischio, se avessi investito 100 euro, oggi ne avresti persi € 128 e, utilizzando la leva €156.

Un vantaggio dei CFD, diversamente dall’investimento tradizionale in cui si acquista per una successiva rivendita, è che puoi aprire posizioni al ribasso se la tua previsione dell’andamento del valore di BTC è per un calo dei prezzi. Quindi puoi esporti in ogni direzione possibile non solo al rialzo. Resta il fatto che otterrai guadagni solo se la previsione fatta si realizza mentre, viceversa, se la previsione non è esatta, perderai il tuo capitale.

Esempio di quanto si guadagna investendo 100 euro su Bitcoin

Supponiamo che oggi abbia voluto investire i tuoi 100 euro in CFD su BTC al ribasso. L’andamento sta seguendo la tua previsione per cui stai guadagnando, ma quanto? 

Con 100 euro, equivalenti a 105,75 dollari, ti sei assicurato frazioni di BTC per 0,0027. La contrattazione si è aperta a $ 39.124,33 e adesso è scesa a $ 38.614,51 per una differenza pari a $ 509.82. Se lo vendi perderai: $ 509,82 x 0,0027 = $ 1.38. 

Come si è già accennato, somme di denaro piccole non possono matematicamente dare forti guadagni a meno che non ci sia una forte oscillazione sul mercato e l’esempio appena fatto lo dimostra. Tuttavia, il buon trader non è alla ricerca solo di opportunità eccezionali ma di ottenere modesti guadagni. Il principale obiettivo è quello di limitare le perdite, ottenere regolarmente profitti anche di entità modesta e solo occasionalmente puntare al colpo ‘grosso’ per così dire. 

Come investire 100 euro in BTC 

Prima di iniziare subito a investire i tuoi 100 euro in Bitcoin vanno fatte alcune premesse. Le criptovalute, e Bitcoin non fa eccezione, sono per antonomasia un mercato molto volatile con variazioni elevate nell’arco anche solo di un giorno o di poche ore particolarmente importanti. Queste variazioni possono vedere un apprezzabile aumento del valore del Bitcoin ma anche una notevole diminuzione, il che può causare considerevoli guadagni ma altrettante considerevoli perdite. 

Altra considerazione da fare prima di vedere come e dove investire 100 euro è quella che senza una conoscenza base dei mercati difficilmente saprai orientarti e sviluppare strategie che possano darti un ritorno economico. 

Studiare come funziona la blockchain, qual è il potenziale del Bitcoin, mantenerti aggiornato sulle notizie ti permetterà di comprendere in che direzione potrebbe andare il mercato e quindi cercare di seguirlo. Per consultare regolarmente le notizie puoi ad esempio accedere alla piattaforma di eToro che ha una sezione interna dedicata in cui si vede il sentiment del mercato anche sulla base delle news.

Altro elemento importante è sapere che di investitore sei: ami il rischio o lo temi? Se lo temi allora il mercato delle criptovalute non è per te ma, se pensi emotivamente di poter affrontare gli sbalzi pindarici del movimento di prezzo di BTC allora investi sullo studio, documentati e cerca di vedere come altri stanno investendo in questa criptovaluta.

Leggi ulteriori informazioni su come comprare Bitcoin.

Investire 100 euro in Bitcoin in 3 passi

00:05 Minuti Richiesti

Se vuoi investire 100 euro in Bitcoin i passaggi sono questi:

  1. Studia il mercato delle criptovalute.

    Diventane specializzato, fatti esperienza. Guarda e osserva gli altri e rimani sempre informato. Attento però a non diventare avido o ossessionato dai piccoli o grandi movimenti che farà il prezzo di Bitcoin.
  2. Scegli attentamente la tua piattaforma di contrattazione.

    La cosa interessante della maggior parte di questi broker è il fatto che offrono un conto demo dove puoi esercitarti senza spendere denaro reale e osservare se la tua intuizione riguardo alla direzione del prezzo si è realizzata. Ricorda che la prima cosa di cui dovrai assicurarti è la regolamentazione del broker per questioni di tutela. Sceglila da qui.
  3. Rammenta che l’attività finanziaria, più o meno speculativa, non è senza rischio.

    Potrai guadagnare ma potrai anche perdere.

Esistono anche gli exchange per criptovalute oltre ai broker online. Sono anch’essi piattaforme di contrattazione che permettono lo scambio solo di criptovalute e solitamente non sono regolamentati. Anche in questo caso cerca di utilizzare quelli da più tempo sul mercato e che offrono solidità e una certa ‘sicurezza’. Presta attenzione invece a tutti quei siti di dubbia legalità che fanno promesse al limite dell’inverosimile.

Vedi anche come comprare Ether di Ethereum.

Dove investire 100 euro in BTC

Anche se gli istituti finanziari classici come Banche e Posta si stanno avvicinando al mondo delle criptovalute e iniziano a proporre ai propri clienti anche investimenti in piccole percentuali di questo tipo, i costi che ti addebitano sono tali da impattare pesantemente sul proprio capitale iniziale per non parlare del fatto che se ti presenti in banca o in posta con 100 euro, probabilmente, non ti prenderebbero nemmeno in considerazione. 

Qual è dunque l’unica strada percorribile?

Forse non lo sai che per investire in Btc non occorrono capitali ingenti (50.000 dollari) ma lo si può fare anche solo con 100 euro utilizzando le piattaforme di trading per criptovalute o le app per crypto.

Alcune di queste permettono di aprire un account gratuito anche solo con 20 euro come Capital.com o 50 euro come eToro e utilizzare il denaro per fare il tuo investimento su Bitcoin o meglio, sulle frazioni di Bitcoin. 

Attraverso questi broker regolamentati puoi solitamente studiare il grafico, applicare strumenti di analisi tecnica per ottenere le tue previsioni, osservare la formazione di pattern grafici e avvalerti dell’esperienza di esperti analisti o osservare come si muovono altri trader sul fronte Bitcoin. 

Per esempio con eToro puoi servirti sia del Copy Trading sia di Copy Portfolios* in cripto ovvero composti unicamente da criptovalute.

*Per investire in questi ultimi, tuttavia, l’ammontare dell’investimento è superiore: 500 dollari minimo.

Qualunque sia la piattaforma che deciderai di usare, accertati sempre che sia regolamentata ovvero che mostri n. di licenza CySEC o FCA o altro. L’avere questo numero ti darà tutela nel caso di comportamento scorretto o insolvenza da parte del broker. Le direttive europee infatti disciplinano questi broker online imponendogli la costituzione di fondi di compensazione a garanzia e altre forme di sicurezza come la separazione del conto di trading dal conto corrente personale del trader.

Investimento o trading online su Bitcoin

Sono due i modi per esporsi su qualunque mercato, anche quello delle criptovalute, molto diversi tra loro in costi e operatività. Il trading e l'investimento.

Leggi la differenza tra fare trading ed investire.

Investire 100 euro su Bitcoin

Si parla di investimento in un'ottica di lungo periodo quando si pensa che il valore dell’asset, in questo caso Bitcoin, aumenterà nell’arco di un anno o più. Quindi si acquista, si mantiene nel tempo e lo si rivende quando si è raggiunto il profitto desiderato. Anche con 100 euro puoi pensare di investire in questa modalità tuttavia, data la forte volatilità dell’asset, non è detto che dopo un’anno sarà maggiore il suo valore. L’andamento di bitcoin, così come tutte le altre criptovalute, risponde al confronto tra offerta e domanda ma è completamente slegato da quelle che sono le dinamiche tipiche del mercato azionario o di altri asset.    

Solitamente i costi per questa operazione sono dettati dallo spread, la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita osservabili sulle piattaforme di trading.

Mantenendo i BTC per un lungo periodo, dipendendo anche dal broker o exchange che stai utilizzando, sulla piattaforma puoi ottenere interessi dalla staking. Lo staking si basa sulla stessa idea che il denaro sul conto corrente frutta un interesse (da molto tempo sui conti correnti bancari è sempre e solo in negativo). Pensare comunque di ottenere un interesse elevato dallo staking di frazioni di BTC pari a 100 euro è fuori realtà: piccole somme equivalgono a piccoli redditi se non a nessun reddito. Ma il sistema dello staking può essere interessante se la quantità di denaro è maggiore

Fare Trading online su Bitcoin con 100 euro

Scambiare 100 euro in Bitcoin operando attraverso il trading online significa invece negoziare nel breve o medio periodo dove breve può significare anche solo qualche minuto, una mezz’ora e medio periodo può significare massimo un mese. Il tipo di modalità risponde a criteri completamente diversi: si fanno delle operazioni sul mercato per ottenere profitti proprio dalla volatilità quotidiana del BTC. I costi, oltre allo spread, sono rappresentati anche da eventuali commissioni di overnight applicabili qualora la contrattazione continui anche per il giorno successivo. Il costo totale delle commissioni sarà l’ammontare dei singoli giorni.

Per iniziare a fare trading online occorre prestare una maggiore attenzione in quanto è possibile aprire e chiudere più posizioni anche entro uno stesso giorno. Rimane il discorso della rischiosità. Tipici del trading online sono anche gli strumenti derivati CFD, contratti per differenza. Negoziando con i CFD, non si scambia Bitcoin con euro ma si negozia solo sulla differenza del valore di prezzo dell’asset dal momento in cui si è aperta la posizione al momento in cui la si è chiusa. Il CFD replica perfettamente l’andamento dell’asset e con la negoziazione non si viene in possesso dell’asset. 

Uno dei vantaggi di operare con CFD su Bitcoin è quello della leva finanziaria, una sorta di finanziamento del broker per consentire al trader di esporsi con un cifra maggiore a quella effettivamente in possesso. Per esempio se la leva è di 2:1 significa che apri una posizione per 200 euro invece che soli 100. I profitti e le perdite saranno commisurate sui 200 euro invece che sui 100. Questa situazione permette di ottenere maggiori e più veloci guadagni ma anche maggiori e più veloci perdite. Quindi la leva finanziaria deve essere utilizzata con cautela.

Leggi come acquistare Bitcoin con Postepay.

Conclusioni

Quanto guadagno se investo 100 euro in Bitcoin? Non molto. Nonostante il fatto che sia uno degli asset più scambiati e più volatili da quando è nato, al momento sta attraversando una fase ‘stagnante’ che non offre grandi possibilità di profitti. Inoltre come trader devi essere consapevole che, con somme di denaro così basse, anche se perderle non ti cambierà la vita, non ti offrirà nemmeno guadagni strepitosi. Detto questo, è sempre possibile, armato di pazienza e studiando attentamente i mercati, cercare di ottenere costantemente guadagni in modo da incrementare a poco a poco il tuo capitale. 

L’unico modo per farlo è attraverso le piattaforme di contrattazione siano esse exchange o broker. 

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro