Studiare la Borsa: come imparare a guadagnare in Borsa

0
216
studiare borsa

Prima di cominciare a fare investimenti su mercati finanziari, occorre dedicarsi alla propria formazione. È una necessità che non dipende dall’asset su cui si vuole investire. Infatti, la formazione è importante sempre, per qualsiasi investimento si voglia fare, ed è per questo che molti di quelli che aspirano a diventare trader cominciano a studiare la Borsa.

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente stai valutando di iniziare e vorresti trovare una buona guida. Bene, questa guida si propone di rispondere alle tue esigenze.

Parleremo di come iniziare a investire in Borsa, quali metodi usare per imparare in breve tempo e alcuni trucchi del mestiere. Ti proporremo inoltre dei corsi che possono aiutarti a studiare la Borsa.

Discuteremo anche di metodi meno classici per studiare la Borsa, come il sistema di eToro che permette di seguire e copiare in automatico le operazioni di trader professionisti.

Ecco per te in basso un indice che può aiutarti a vedere di quali argomenti parleremo e, se lo desideri, iniziare da quello che ti interessa maggiormente.

come funziona la borsa

Investire in borsa: è difficile guadagnare?

Studiare la Borsa e guadagnare sui mercati non è complicato. Non è un’attività riservata solo a chi ha grandi conoscenze di finanza. Con il trading online e i broker che si sono sviluppati, attualmente tutti possono giocare in Borsa. Allo stesso tempo, però, occorre specificare che giocare in borsa non vuol dire fare soldi facilmente. Ci vuole sempre un certo grado di impegno personale, iniziando proprio dallo studio.

Se ci imbattiamo in promesse di grandi guadagni in poco tempo investendo in Borsa, si tratta di una truffa. I broker legali e affidabili mettono sempre in guardia dai rischi sul capitale quando si fanno degli investimenti in Borsa.

Investire in Borsa: la guida più efficace

Al momento di iniziare a studiare la Borsa, si iniziano a fare delle ricerche su internet e si trovano una marea di informazioni. Probabilmente questo passo l’hai già fatto e magari sei arrivato a leggere questa guida perché non ti senti ancora appagato.

Capiamo come ti senti. Le guide e i mezzi di formazione per il trading sono spesso molto costosi, anche migliaia di euro, in alcuni casi anche abbastanza inefficienti. Studiare non è sufficiente per guadagnare in Borsa

Se si ha l’obiettivo di investire in azioni, studiare la Borsa ha la sua importanza ma non è abbastanza. Quando si investe tempo in guide  si arriva inevitabilmente al punto di dover mettere in pratica le cose che si sono imparate. Questo è il solo modo per guadagnare davvero.

Il consiglio che ci sentiamo di dare è che, dopo un giusto periodo di studio, si passi alla pratica per memorizzare davvero i meccanismi del trading e trarne profitto. Il primo passo per fare questo è scegliere un buon broker e aprire un conto demo. Ti riportiamo di seguito una tabella che riporta le caratteristiche di alcuni broker che consentono di aprire un conto demo.

  • Piattaforma: Iq Option
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    • Guida Completa
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply ** 75% of retail CFD accounts lose money
  • Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *76.4% of retail CFD accounts lose money **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma:
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Piattaforma CTrader, Mt4 e MT5
    • Senza Commissioni
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Investire in Borsa: studiare mentre si copiano i professionisti

Ci sono anche altri metodi per capire come funziona la Borsa. Uno di questi è valutare le operazioni di chi ha successo. il sistema di eToro fa proprio questo, cioè consente di copiare in maniera automatica e simultanea le operazioni dei trader esperti (Copy Trading). È presente una community nella piattaforma di eToro dove questi esperti condividono nelle loro bacheche personali i risultati che ottengono (come fosse un social network). Questo tipo di trading viene chiamato Social Trading.

eToro è specializzato in questo tipo di trading ed offre l’opportunità di imparare praticamente “al fianco” di trader di successo che operano in Borsa (su vari asset, tra cui le criptovalute).

Anche con questo metodo si può partire da un conto demo per fare pratica, avendo sempre la possibilità di consultare le bacheche dei guru più seguiti, ovvero i trader che hanno più copiatori all’attivo.

etoro

Usare questo metodo non significa che non bisogna fare nient’altro che affidarsi ad eToro per guadagnare. Anche metodo del Copy Trading implica una gestione consapevole da parte del trader, che dovrà scegliere i migliori guru e valutare se la loro strategia è efficace nel tempo. Nel momento in cui le loro prestazioni dovessero abbassarsi di qualità e non far guadagnare, bisogna depennarli prontamente.

Anche in questo caso, non bisogna indugiare eccessivamente sul conto demo. Continuare a usare un conto demo è un po’ come giocare senza fare nulla di concreto. Nel momento in cui ci sentiamo più preparati grazie alla pratica che abbiamo fatto sul conto demo, dovremmo aprire un conto reale. Con eToro basta iniziare con un deposito minimo di 200€.

Registrati su eToro cliccando qui. Ci vorranno pochi minuti.

Operare in Borsa: come farlo

Uno dei primi concetti che emerge studiando la Borsa è che non conviene comprare direttamente i titoli. Ovviamente siamo liberi di farlo, anche rivolgendoci alla nostra banca se volessimo. È necessario però rendersi conto del fatto che se il titolo perdesse valore, automaticamente subiremmo una perdita economica.

Per ovviare a questo, ci sono i CFD (Contracts for Difference). Si tratta di strumenti derivati esistenti ormai da due decenni e di indiscussa notorietà. L’aspetto che li rende particolari è che consentono di replicare il trend di un asset senza doverlo davvero acquistare.

Il guadagno del trader si basa sul cambiamento di prezzo e su quanto il trader stesso riesca a prevederne l’andamento. Se prevede un aumento del prezzo dovrà entrare in acquisto, o long. Se invece prevede una diminuzione del prezzo dovrà entrare in vendita allo scoperto, cioè short.

Quindi, con i CFD si può fare trading anche quando l’asset perde valore (potrebbe trattarsi di un’azione oppure di tanti altri asset che vengono trattati dai broker di cui abbiamo parlato prima).

Un altro aspetto a favore dei CFD è che sono gratuiti. Non vengono applicate commissioni sulle operazioni con i CFD (a differenza degli investimenti su piattaforme di trading delle banche come Fineco). Il guadagno dei broker è dato solo dallo spread, cioè la differenza tra il valore di apertura di una posizione di acquisto e quello di vendita allo scoperto.

Quando si parla di CFD bisogna anche fare riferimento alla leva finanziaria, che sarebbe uno strumento che moltiplica l’esposizione sul mercato. Con la leva finanziaria si opera con una somma superiore a quella depositata inizialmente. Sebbene questo consenta di guadagnare di più (investendo sempre la stessa quantità di soldi), occorre ricordare che funziona anche in caso di perdita. Una cosa molto importante da fare quindi è usare la tecnica del Money Management. Secondo questa semplice tecnica, il capitale va diviso in piccoli investimenti diversificati, che non superino il 5% dell’intero.

Uno strumento valido quando si fa trading è anche lo Stop Loss (un segnale che trasmette al broker quando è il momento di arginare una perdita uscendo dal mercato). Facendone saggio uso, lo stop loss può aiutare moltissimo i trader a ridurre il rischio legato al trading. Purtroppo non tutti i traders principianti ne sono informati.

Se non hai tempo da investire nello studio, inizia copiando i trader professionisti su eToro. In questo modo potrai imparare osservandoli mentre operano.

Ricorda che per usare i CFD non devi essere un esperto di finanza e nemmeno studiare le notizie delle società o conoscere la loro storia. Per questo ci sono i broker che forniscono notizie economiche sui dividenti e i resoconti delle società, esposti in un pratico calendario.

Conclusioni

Prima lo studio della Borsa veniva associato principalmente a un broker finanziario che cerca di far ottenere guadagni ai suoi clienti investitori. Adesso è diverso perché con il trading online si può operare sul mercato direttamente, senza intermediazione di altre persone.

eToro è un broker online molto facili da usare anche per i principianti. Per utilizzarle non devi essere necessariamente un esperto o un grande conoscitore dei mercati perché offrono dei mezzi molto utili per imparare in fretta.

Se vuoi giocare in Borsa in modo proficuo, non considerare nulla a parte queste piattaforme di cui abbiamo parlato. Se senti parlare di sistemi straordinari che ti fanno solo guadagnare senza perdere mai e in tempi record, ricorda che è matematicamente impossibile quindi ti stanno mentendo. Nessun trader, anche se molto bravo, può ovviare il rischio legato a questa attività. Bisogna impegnarsi e stabilire una propria strategia. Usando un conto demo come quello proposto da eToro avrai tutta la tranquillità necessaria per studiarne una e testarla.

Ti sono stati utili questi suggerimenti? Se pensi che siano importanti per iniziare a fare trading condividi questa guida sui tuoi canali social preferiti. Così anche altri possono capire come fare a diventare trading e come studiare la Borsa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here