Le migliori strategie di trading giornaliero e swing

Simo Ilmari Dodero
April 18th, 2024

Le strategie di trading sono essenziali per chiunque voglia provare ad avere successo sui mercati finanziari. Esistono molte strategie di trading disponibili, tra cui semplici strategie di trading crypto, strategie di trading swing, strategie per il day trading , strategie trading forex ed altro. Utilizzando strumenti come Python, è possibile sviluppare e testare queste strategie per migliorare le prestazioni e massimizzare i profitti. Imparare ad utilizzare correttamente queste strategie è fondamentale per diventare un trader di successo. Nel trading online, le strategie di trading possono essere utilizzate per intervenire sui movimenti dei prezzi dei diversi asset, come azioni, valute, materie prime e anche per provare a giocare in borsa con pochi soldi.

Cosa sono le strategie di trading online?

Le strategie di trading sono un insieme di regole e tecniche che i traders utilizzano per decidere quando acquistare e vendere un asset. Possono essere basate sull'analisi tecnica, sull'analisi fondamentale o su una combinazione dei due. L'analisi tecnica si basa sull'osservazione dei prezzi e dei volumi del passato per cercare di prevedere i movimenti futuri dei prezzi. Un esempio di analisi tecnica è quella di identificare supporti e resistenze. L'analisi fondamentale, invece, si basa sull'esame dei fondamentali di un'azienda, come i profitti, il debito, la crescita e altri fattori, per cercare di valutare il valore di un'azione.

Come si costruisce una strategia di trading?

Per costruire una strategia di trading, è importante considerare diversi fattori, come il proprio stile di trading, gli obiettivi, la tolleranza al rischio e la conoscenza dei mercati. È anche importante esaminare l'analisi tecnica e fondamentale dei mercati e scegliere gli indicatori e gli strumenti di analisi adeguati. Una volta che si è deciso sulla propria strategia di trading, è importante testarla con un conto demo prima di utilizzarla con denaro reale.

Potremmo consigliare ai principianti di iniziare con una strategia di trading che utilizza l'indicatore ADX e l'indicatore Williams. Questi sono indicatori di analisi tecnica popolari da usare per identificare le tendenze e le inversioni del mercato presenti nella principali piattaforme di trading online come:

I trader principianti possono usufruire del conto demo gratuito e illimitato di Plus500 e beneficiare di strumenti adatti ai principianti come la Trading Academy, l'eBook, l'ampia sezione FAQ, ecc.

L'82% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il proprio denaro.

Strategia di trading per principianti

  • Indicatori scelti: ADX e Williams

  • Timeframe preferito: 1 giorno

La prima strategia di trading per principianti che proponiamo prevede l'utilizzo dell'indicatore ADX e dell'indicatore Williams. L'ADX (Average Directional Movement Index) è un indicatore che aiuta a misurare la forza di un trend, mentre l'indicatore Williams è un oscillatore che può aiutare a individuare i punti di ingresso e di uscita dal mercato.

Il modo in cui utilizzare questi indicatori è piuttosto chiaro. Per individuare un trend rialzista, osserva se l'ADX si trova al di sopra della soglia di 25 punti e se l'indicatore Williams si trova al di sopra della linea di -80. In questo caso, si consiglia di acquistare. Al contrario, se l'ADX si trova al di sotto della soglia di 25 punti e l'indicatore Williams si trova al di sotto della linea di -20, si consiglia di vendere.

Leggi anche il nostro approfondimento sulla strategia spread trading.

Strategia di trading per principianti

  • Indicatori scelti: ADX e Williams

  • Timeframe preferito: 4 ore

Un'altra strategia di trading per i principianti consiste nell'utilizzare gli stessi indicatori dell'esempio precedente, ma con un timeframe diverso. In questo caso, si consiglia di utilizzare il timeframe a 4 ore per effettuare le operazioni di trading.

In generale, questa strategia si basa sullo stesso principio della precedente: si cerca di individuare un trend rialzista o ribassista utilizzando l'ADX e si utilizza l'indicatore Williams per entrare o uscire dal mercato. Per individuare un trend rialzista, si cerca l'ADX al di sopra della soglia di 25 punti e l'indicatore Williams al di sopra della linea di -80. In questo caso, si consiglia di acquistare. Al contrario, se l'ADX si trova al di sotto della soglia di 25 punti e l'indicatore Williams si trova al di sotto della linea di -20, si consiglia di vendere.

D'altra parte è già di per sé una strategia il fatto di "sfruttare" la psicologia delle masse, vedi il video:

Vediamo ora alcune possibili strategie a seconda dello strumento finanziario in cui vogliamo investire.

Strategie di trading forex

Ecco una strategia di trading specificamente adatta ad operare sulla coppia USDJPY durante le ore notturne, per provare anche a guadagnare mentre si dorme:

  • Coppia di valute: USDJPY

  • Timeframe preferito: 1 ora

  • Orario preferito: ore notturne

Questa strategia si basa sull'utilizzo delle Bande di Bollinger, un indicatore tecnico che aiuta a individuare i picchi di volatilità del mercato. Le Bande di Bollinger sono composte da tre linee: la media mobile semplice (SMA) e due bande esterne che rappresentano la deviazione standard della media mobile. Quando il prezzo si avvicina alle bande esterne, si può verificare un aumento della volatilità del mercato, il che può essere un segnale per entrare o uscire dal mercato.

Leggi il nostro approfondimento sul come investire in yen giapponesi.

Ecco come utilizzare le Bande di Bollinger per questa strategia specifica:

  1. Attendi che il prezzo della coppia USDJPY si avvicini alla banda superiore delle Bande di Bollinger durante le ore notturne.

  2. Controlla l'indicatore RSI (Relative Strength Index) per verificare se il mercato è in condizioni di ipercomprato.

  3. Verifica l'indicatore MACD (Moving Average Convergence Divergence) per verificare se c'è una divergenza ribassista, ovvero un segnale che indica un possibile trend al ribasso. Se i tre indicatori indicano una situazione di ipercomprato e una possibile inversione di tendenza al ribasso, si consiglia di vendere la coppia USDJPY.

  4. Attendi che il prezzo si avvicini alla banda inferiore delle Bande di Bollinger durante le ore notturne.

  5. Controlla l'indicatore RSI per verificare se il mercato è in condizioni di ipervenduto.

  6. Verifica l'indicatore MACD per verificare se c'è una divergenza rialzista, ovvero un segnale che indica un possibile trend al rialzo. Se i tre indicatori indicano una situazione di ipervenduto e una possibile inversione di tendenza al rialzo, si consiglia di acquistare la coppia USDJPY.

Quali indicatori usare nel Forex?

Gli indicatori nel Forex sono degli strumenti di analisi che utilizzano i dati storici dei prezzi per aiutare a prevedere i movimenti futuri dei prezzi. Ci sono molti indicatori disponibili, come:

  • le medie mobili

  • l'indicatore di momentum

  • l'indicatore di volume e molti altri.

È importante scegliere gli indicatori adeguati alla propria strategia di trading e testarli con un conto demo prima di utilizzarli con denaro reale. Ad esempio le medie mobili sono uno degli indicatori più comunemente utilizzati nel trading. Consistono in una linea tracciata su un grafico che mostra la media dei prezzi di un asset per un determinato periodo di tempo.

Le medie mobili possono essere utilizzate come supporto o resistenza, a seconda che il prezzo si trovi sopra o sotto la media mobile. Possono anche essere utilizzate per identificare le tendenze dei prezzi, poiché una media mobile in aumento può indicare una tendenza al rialzo, mentre una media mobile in calo può indicare una tendenza al ribasso.

Strategia trading sugli indici

Ecco una strategia di trading specificamente adatta ad operare sull'indice DAX all'apertura delle contrattazioni:

  • Strumento: indice DAX

  • Timeframe preferito: 15 minuti

  • Orario preferito: apertura delle contrattazioni

Questa strategia si basa sull'attesa dei primi movimenti del mercato nei 15 minuti successivi all'apertura delle contrattazioni per poi decidere se investire al rialzo o al ribasso durante la successiva ora di contrattazione.

Ecco come utilizzare questa strategia:

  1. Aspetta che il mercato apra e attendi i primi 15 minuti di negoziazione.

  2. Verifica se ci sono dei picchi di volatilità durante questi primi minuti, ad esempio utilizzando le Bande di Bollinger o l'indicatore ATR (Average True Range).

  3. Se ci sono dei picchi di volatilità, aspetta che il prezzo si stabilizzi e identifica un livello di supporto e un livello di resistenza chiave.

  4. Attendere una rottura del livello di supporto o resistenza, ovvero un breakout. Se il breakout avviene al ribasso, attendi una conferma aggiuntiva che il prezzo sta scendendo, ad esempio utilizzando l'indicatore RSI (Relative Strength Index) per verificare se il mercato è in condizioni di ipervenduto. Se il breakout avviene al rialzo, attendi una conferma aggiuntiva che il prezzo sta salendo, ad esempio utilizzando l'indicatore RSI per verificare se il mercato è in condizioni di ipercomprato.

  5. Se la conferma arriva, investi al ribasso o al rialzo a seconda del segnale identificato.

  6. Imposta un stop loss per limitare le perdite in caso di inversione del mercato e un take profit per garantirti un guadagno.

Vedi anche la nostra guida su come investire in indici.

Strategia trading sulle azioni

Una strategia di trading specificamente adatta ad operare sull'azione Google in concomitanza con l'uscita dei dati sulle trimestrali consiste nell'analizzare l'andamento storico delle azioni di Google durante la pubblicazione dei dati sulle trimestrali e posizionarsi di conseguenza. In particolare, è possibile utilizzare l'analisi fondamentale per capire quali sono le aspettative degli investitori per i dati sui risultati trimestrali di Google.

Volendo applicare l'uso della nuvola Ichimoku, che rappresenta l'area tra la linea Tenkan Sen e la linea Kijun Sen, si potrebbe procedere in questo modo. Se la nuvola è verde e il prezzo delle azioni di Google si trova al di sopra della nuvola, ciò potrebbe indicare una tendenza rialzista. Al contrario, se la nuvola è rossa e il prezzo delle azioni di Google si trova al di sotto della nuvola, ciò potrebbe indicare una tendenza ribassista.

Qual è la migliore strategia di trading?

Non esiste una strategia di trading "migliore" in assoluto, poiché ciò che funziona per un trader potrebbe non essere adatto a un altro. Inoltre, ciò che funziona in un determinato momento potrebbe non funzionare in futuro a causa dei cambiamenti nei mercati. Pertanto, è importante che ogni trader trovi la propria strategia di trading che si adatti al proprio stile, obiettivi e conoscenze. D'altra parte vi proponiamo un'idea attuabile molto facilmente in demo ( prova da qui ) o in reale anche con soli 20 euro ( prova da qui ).

Semplice strategia di trading crypto

Vedi prima questo video:

Una possibile strategia di trading per le crypto, per provare a guadagnare con il Bitcoin investendo soli 100 euro, basata sull'indicatore momentum abbinato ad un altro indicatore potrebbe essere la seguente:

Passo 1

Individuare una tendenza prevalente: utilizzando ad esempio una media mobile a lungo termine, come ad esempio una SMA (Simple Moving Average) a 200 giorni, si può determinare se il mercato si trova in una fase di trend rialzista o ribassista.

Passo 2

Identificare di un'oscillazione di momentum: utilizzando un indicatore di momentum, come ad esempio l'oscillatore RSI (Relative Strength Index), si può individuare se il mercato è ipercomprato o ipervenduto. Un'oscillazione di momentum può essere considerata un'opportunità di trading, poiché indica una possibile inversione di tendenza.

Passo 3

Conferma della direzione del trend: utilizzando un altro indicatore, ad esempio l'indicatore MACD (Moving Average Convergence Divergence), si può confermare la direzione del trend. Se il MACD è al di sopra della sua linea di segnale, la tendenza è rialzista, mentre se il MACD è al di sotto della sua linea di segnale, la tendenza è ribassista.

Passo 4

Attuazione della strategia: quando l'oscillatore di momentum indica un'ipervenduto o un'ipercomprato e la direzione del trend è confermata dal MACD, si può effettuare una operazione di trading. Ad esempio, se l'oscillatore RSI indica un'ipervenduto e il MACD conferma una tendenza rialzista, si può acquistare l'asset in questione. Al contrario, se l'oscillatore RSI indica un'ipercomprato e il MACD conferma una tendenza ribassista, si può vendere l'asset in questione.

Passo 5

Gestione del rischio: per limitare il rischio di perdita, si può impostare un ordine stop loss. Inoltre, è consigliabile utilizzare un rapporto rischio/rendimento adeguato, ad esempio 1:2 o 1:3, in modo da garantire un guadagno potenziale maggiore rispetto alla perdita potenziale.

Su un timeframe giornaliero, questa strategia potrebbe essere utilizzata per identificare opportunità di trading a breve termine. Su un timeframe settimanale, invece, potrebbe essere utilizzata per identificare opportunità di trading a lungo termine, ad esempio posizioni mantenute per diverse settimane o mesi.

Quali sono i vari tipi di trading?

Ci sono diverse tipologie di trading, tra cui:

  • Trading a breve termine o day trading: il trading a breve termine si riferisce a operazioni di acquisto e vendita che vengono chiuse entro la stessa giornata.

  • Swing trading: il swing trading si riferisce a operazioni di acquisto e vendita che vengono mantenute per un periodo di tempo più lungo, solitamente da un paio di giorni a una settimana o più.

Cos'è il trading intraday?

Il trading intraday si riferisce a operazioni di acquisto e vendita che vengono aperte e chiuse nell'arco di una sola giornata di mercato. Il trading intraday richiede una buona comprensione dei mercati e dei fattori che possono influire sui prezzi, nonché una buona gestione del denaro e del rischio.

Leggi anche come provare a guadagnare 100 euro al giorno.

Come fare trading a breve termine?

Il trading a breve termine, o day trading, è adatto ai traders che cercano piccoli investimenti nel breve termine. Per fare trading a breve termine, è importante avere una buona comprensione dei mercati e dei fattori che possono influire sui prezzi. Inoltre, è fondamentale avere una buona gestione del denaro e del rischio, poiché il trading a breve termine comporta maggiori rischi a causa della volatilità del mercato.

Cosa si intende per swing trading?

Lo swing trading si riferisce a operazioni di acquisto e vendita che vengono mantenute per un periodo di tempo più lungo, solitamente da un paio di giorni a una settimana o più. Il swing trading può essere adatto ai traders che cercano di fare profitti sui movimenti di medio termine dei prezzi del mercato.

Leggi anche:

Strategie di trading a seconda del timeframe

Nel trading a breve termine, è comune utilizzare indicatori come il RSI (Relative Strength Index), lo stocastico e le medie mobili per individuare opportunità di trading in tempo reale. Nel trading a lungo termine, invece, si tende a prestare maggiore attenzione ai trend macro, utilizzando indicatori come il MACD (Moving Average Convergence Divergence) e il Fibonacci retracement per individuare possibili punti di ingresso e uscita dal mercato.

Trading scalping, strategie valutabili

Il trading scalping è una strategia che si concentra su movimenti di breve termine, cercando di ottenere piccoli guadagni in un breve periodo di tempo. Questa strategia richiede un elevato livello di attenzione e un'esperienza considerevole, poiché i trader che la utilizzano devono essere in grado di individuare rapidamente opportunità di trading in tempo reale.

Gli indicatori utilizzati per questa strategia includono le medie mobili, le bande di Bollinger e l'indicatore ADX (Average Directional Index). L'asset finanziario su cui è più comune applicare questa strategia è il Forex, in particolare le coppie di valute con spread ridotti e alta liquidità.

Strategia day trading

La strategia di day trading prevede l'apertura e la chiusura di posizioni entro la stessa giornata di trading. Questa strategia richiede una buona capacità di analisi tecnica e fondamentale, in quanto i trader devono essere in grado di individuare rapidamente le opportunità di trading e prendere decisioni rapide in base alle informazioni disponibili.

Gli indicatori comunemente utilizzati per questa strategia includono il MACD, il RSI e le bande di Bollinger. L'asset finanziario su cui è più comune applicare questa strategia sono le azioni, in particolare quelle di società che presentano una forte volatilità.

Strategia swing trading

La strategia di swing trading si concentra su movimenti di medio termine, con l'obiettivo di tenere le posizioni aperte per diversi giorni o anche settimane. Questa strategia richiede un'analisi tecnica più approfondita rispetto alle strategie di trading a breve termine, poiché i trader devono essere in grado di individuare i trend di lungo termine e le opportunità di trading in base alle informazioni fondamentali disponibili.

Gli indicatori comunemente utilizzati per questa strategia includono il Fibonacci retracement, il MACD e il RSI. L'asset finanziario su cui è più comune applicare questa strategia sono le materie prime, in particolare l'oro e il petrolio, in quanto questi mercati tendono ad avere movimenti di medio termine più prevedibili.

Strategie di trading automatico

La creazione di una strategia di trading automatico richiede una conoscenza approfondita del mercato finanziario su cui si intende operare. La strategia di trading deve essere basata su una serie di indicatori tecnici e fondamentali che aiutano a identificare segnali di acquisto e vendita. Sulla base di questi vengono creati veri e propri bot di trading. Per sviluppare una strategia di trading automatico, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  1. Identificare il mercato finanziario su cui si desidera operare

  2. Acquisire dati storici del mercato per l'analisi

  3. Sviluppare una strategia di trading basata su indicatori tecnici e fondamentali

  4. Testare la strategia di trading utilizzando i dati storici

  5. Ottimizzare la strategia di trading per migliorare le prestazioni

  6. Eseguire la strategia di trading in tempo reale utilizzando l'algoritmo di trading automatico

Strategie di trading con Python

Python è un linguaggio di programmazione molto popolare tra i trader per lo sviluppo di algoritmi di trading automatico. Python offre una vasta gamma di librerie e strumenti per l'analisi dei dati finanziari e la creazione di strategie di trading. Ecco un esempio.

Una volta calcolate le medie mobili, possiamo utilizzare l'indicatore ATR per definire il nostro stop loss e il nostro take profit. L'ATR ci fornisce una stima della volatilità del mercato, e possiamo quindi utilizzarlo per impostare uno stop loss adeguato, in modo da non perdere più di quanto siamo disposti a rischiare.

Possiamo poi impostare uno stop loss a una distanza pari a due volte l'ATR dal prezzo di ingresso. In questo modo, se il mercato si muove contro di noi, saremo protetti da una perdita eccessiva. Per quanto riguarda il take profit, possiamo impostarlo a una distanza pari a tre volte l'ATR dal prezzo di ingresso. In questo modo, se il mercato si muove a nostro favore, realizzeremo un profitto adeguato.

Di seguito riportiamo il codice Python per implementare questa strategia di trading:

--------

import pandas as pd

import numpy as np

import yfinance as yf

# definiamo la funzione per calcolare l'ATR

def atr(df, n):

high = df['High']

low = df['Low']

close = df['Close']

atr = pd.DataFrame()

atr['TR'] = np.amax([high - low, abs(high - close.shift(1)), abs(low - close.shift(1))], axis=0)

atr['ATR'] = atr['TR'].rolling(n).mean()

return atr['ATR']

# scarichiamo i dati di mercato per l'asset che ci interessa

asset = yf.download('AAPL', start='2021-01-01', end='2022-03-09')

# calcoliamo le medie mobili a 50 e 200 giorni

asset['MA50'] = asset['Adj Close'].rolling(window=50).mean()

asset['MA200'] = asset['Adj Close'].rolling(window=200).mean()

# calcoliamo l'ATR a 14 giorni

asset['ATR'] = atr(asset, 14)

# impostiamo lo stop loss e il take profit

asset['Stop Loss'] = asset['Close'] - 2*asset['ATR']

asset['Take Profit'] = asset['Close'] + 3*asset['ATR']

# visualizziamo i dati di mercato e le medie mobili

print(asset[['Close', 'MA50', 'MA200', 'Stop Loss', 'Take Profit']])

---------

Questo codice scarica i dati di mercato per l'asset AAPL dal 1 gennaio 2021 al 9 marzo 2022 e calcola le medie mobili a 50 e 200 giorni. Successivamente, calcola l'ATR a 14 giorni e imposta lo stop loss e il take profit. Infine, visualizza i dati di mercato insieme alle medie mobili, allo stop loss e al take profit.

Strategia di trading pronta all'uso

Perché avere una strategia di trading?

Avere una strategia di trading è importante perché fornisce un piano d'azione chiaro e definito per prendere decisioni di acquisto e vendita. Ciò può aiutare a ridurre l'impulso e le emozioni dalle decisioni di trading, il che può essere pericoloso per il proprio portafoglio. Inoltre, una strategia di trading ben definita può aiutare a gestire il rischio e il denaro in modo efficace, il che è fondamentale per ottenere successo nel trading a lungo termine.

Conclusione

Le strategie di trading sono un elemento essenziale per qualsiasi trader, sia che si tratti di trading a breve termine, intraday, a lungo termine o di qualsiasi altro tipo. È importante fare una buona ricerca e testare la propria strategia con un conto demo prima di utilizzarla con denaro reale. Ricorda sempre di gestire il rischio e il denaro in modo efficace e di seguire una strategia ben definita per avere successo nel trading.

FAQ

Qual è la differenza tra trading a breve termine e a lungo termine?

Il trading a breve termine si riferisce a operazioni di acquisto e vendita che vengono chiuse entro la stessa giornata, mentre il trading a lungo termine si riferisce a operazioni di acquisto e vendita che vengono mantenute per un periodo di tempo ancora più lungo, solitamente mesi o anni.

Quanto tempo ci vuole per diventare bravi nel trading?

Non c'è una risposta precisa a questa domanda, poiché dipende da molti fattori, come le conoscenze e le abilità del trader, il tempo e l'impegno che si mettono nel trading e la propria strategia di trading. Tuttavia, imparare le basi del trading e fare pratica con un conto demo può aiutare a diventare bravi nel trading.

È possibile fare soldi con il trading?

Sì, è possibile fare soldi con il trading, ma ci sono anche rischi associati al trading. Non c'è alcuna garanzia di successo nel trading e i traders devono essere consapevoli del fatto che possono anche perdere denaro. Pertanto, è importante gestire il rischio e il denaro in modo efficace e seguire una strategia di trading ben definita per aumentare le probabilità di successo. Inoltre, è importante essere disposti a imparare continuamente e adattarsi ai cambiamenti dei mercati.

Simo Ilmari Dodero Trader e Analista dei Mercati

LinkedIn

Esperto di analisi tecnica, price action e algoritmi quantitativi applicati al trading online sui mercati finanziari. Si è sempre interessato alla finanza, dedicando gli studi all'analisi grafica e anche all'analisi fondamentale dei mercati finanziari. Esperto nell'utilizzo di Metatrader 4 su cui ha tenuto webinar e corsi per trader principianti e intermedi.

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro